Utrecht, effetto Irma: aumentano gli aspiranti interpreti della lingua dei segni

0
10 Numero visite

La Facoltà di scienze applicate dell’università di Utrecht ha registrato un aumento del numero di studenti che vogliono diventare interpreti della lingua dei segni.

Quest’anno 112 persone si sono iscritte al corso di lingua dei segni, registrando un aumento di 33 studenti rispetto lo scorso anno. Un portavoce ha detto a NOS che l’ascesa sembra essere in parte causata dal c.d. “effetto Irma”, riferendosi all’interprete della lingua dei segni Irma Sluis.

Sluis è diventata un volto familiare nelle conferenze governative in merito al coronavirus. In molti ricordano quando l’interprete ha dovuto rasserenare la popolazione sulle scorte di carta igienica.

L’università di Utrecht, pur se soddisfatta, ha esortato i futuri interpreti a non aspettarsi fama o riconoscimento: “Il c.d. effetto Irma è positivo, ma solitamente l’interprete della lingua dei segni non è sotto i riflettori; lo fai per aiutare gli altri”.

 

Newsletter