Nelle ultime 24 ore non sono state segnalate altre morti legate al Covid-19 nella Confederazione (l’ultima risale al 13 giugno), ma ben 37 nuove infezioni da coronavirus. In Ticino due nuovi contagi ma nessuna vittima; doppio zero nei Grigioni

In Svizzera e nel Liechtenstein nelle ultime 24 ore non sono state segnalate altre morti legate al Covid-19 (l’ultima risale al 13 giugno), ma ben 37 nuove infezioni da coronavirus, alcune delle quali accertate nei primi giorni della settimana. Negli ultimi 7 giorni in totale vi sono stati 150 nuovi casi di positività. È il dato più elevato dell’ultimo mese.

La città di Pechino chiude di nuovo tutte le sue scuole e università. Lo ha annunciato martedì sera il municipio, in seguito alla ripresa dei casi di Covid-19 nella capitale cinese. Stop, quindi, anche a tutti i collegamenti aerei con Pechino per preservare la salute pubblica, hanno spiegato le autorità.

Intanto, la situazione si fa più preoccupante in Brasile, dove sono stati registrati 1’282 nuovi decessi a causa del coronavirus nelle ultime 24 ore, portando a 45’241 il totale delle vittime. Lo ha reso noto il ministero della Sanità brasiliano, aggiornando a 923’189 il totale delle persone contagiate: 34’918 in più rispetto a ieri. Si tratta dell’aumento di positivi più alto in un solo giorno dallo scoppio della pandemia nel Paese tre mesi fa.

Per quanto riguarda il Ticino, oggi sono stati registrati due nuovi casi di contagio, ma non è stato segnalato alcun decesso. Nei Grigioni da una settimana non vengono registrati né nuovi contagi né vittime.

 

Newsletter