Per colpa della mascherina i sordi sono in difficoltà

La Federazione svizzera dei sordi chiede mascherine trasparenti e la collaborazione dei professionisti

0
173 Numero visite

L’uso della mascherina in Svizzera non è obbligatorio, ma moltissime persone, soprattutto chi lavora, la usano. Ecco quindi che per i sordi e gli ipoudenti la vita è diventata ancora più difficile, non riescono infatti a leggere il labiale. “Questa situazione è estremamente stressante”, denuncia la Federazione svizzera dei sordi, che in un comunicato stampa chiede la fornitura di mascherine trasparenti e cerca di sensibilizzare la popolazione su questo tema.

Ma quali soluzioni ci sono? La preferita è l’utilizzo di un interprete in lingua dei segni. Attualmente questo servizio è fornito anche tramite collegamento video a distanza. “In caso contrario”, spiega Christian Gremaud, responsabile della comunicazione della Federazione svizzera dei sordi, “si deve fare tutto il possibile per far sì che la persona sorda o audiolesa possa comunicare usando la scrittura o indossando e facendo indossare una maschera trasparente”. La Federazione ha anche diffuso un video che spiega come comportarsi.

 

Notizie via email