“Lanuvium a portata di mano”, a Lanuvio il progetto per l’inclusione del patrimonio storico e archeologico

0
313 Numero visite

Giovedì 31 Gennaio 2019 alle ore 16 presso l’Aula Consiliare del Comune di Lanuvio l’Amministrazione Comunale presenta l’evento “Lanuvium a portata di mano”: progetto inclusivo per rendere il patrimonio storico archeologico a portata di mano mediante l’uso di mappe tattili e audio-video guide in lingua dei Segni Italiana (Lis).

Interverranno: il Sindaco di Lanuvio Dott. Luigi Galieti, l’Assessore ai Servizi Sociali Dott.ssa Lucia Vartuli, l’Assessore alla Cultura Dott. Alessandro De Santis, l’Assessore all’Ambiente Mario di Pietro, il Direttore del Museo Civico Lanuvino Dott. Luca Attenni, l’Arch. Responsabile del I Settore Marlen Frezza, la Dott.ssa Liana Velletrani.

Il diritto alla cultura è affermato fortemente nella Costituzione Italiana (art.9) più di ogni altro paese europeo, il progetto – finanziato dalla Regione Lazio e in parte cofinanziato dal Comune di Lanuvio –  è promosso per garantire a tutti l’esercizio di questo diritto.

Si avvia un processo di fruizione e godimento dei luoghi della cultura del nostro territorio all’insegna del concetto di “accessibilità a 360°”: una pianificazione di azioni e interventi che consente di superare non solo le barriere di tipo spaziale, ma anche le barriere di difficile superamento alle quali in Italia ancora pochissimi si rivolgono, le barriere cognitive, intellettuali, lessicali, uditive, visive che impediscono ad una fetta consistente di popolazione l’accesso alla cultura, all’arte e in generale al bello.

Tali intenti si concretizzano nella installazione di mappe tattili ubicate in corrispondenza dei siti storico – archeologici (all’ingresso del centro storico e a Parco Rimembranza) in modo da consentire la fruizione dei luoghi della cultura da parte di persone con disabilità visiva e la realizzazione di audio-video guide in Lingua dei Segni Italiana, che sono un prodotto tecnologico moderno nel quale si illustrano i siti culturali e storico – archeologici del territorio con l’inserimento di sottotitoli e una traccia audio.

Siamo fiduciosi che questo sarà l’inizio di un processo di apertura e diffusione dei valori storico culturali di cui è ricco il nostro territorio, grazie all’utilizzo di una pluralità di strumenti (tradizionali e innovativi) per rispondere alle esigenze di più tipologie di utenti ognuna con propri bisogni.

Riflettere sul patrimonio culturale come strumento di inclusione sociale, consente di creare un “valore aggiunto” alla nostra capacità di dialogo, un valore garantito dalla diversità dei punti di vista delle esperienze e delle necessità.

Tutti noi ne vogliamo far tesoro come collettività, ma anche come parte di un continente, quello Europeo, rammentando che il nostro territorio, ricco di percorsi, itinerari culturali e cammini, è il frutto dell’interazione di lingue, identità e culture molteplici, ben rappresentate dal motto dell’Unione Europea:”Uniti nella diversità”.

https://www.ilmamilio.it

Newsletter