‘Sentirsi a scuola. Il diritto alla qualità acustica delle strutture scolastiche’

0
1.175 Numero visite

L’associazione IOPARLO, è una associazione costituita da genitori di bambini con problemi uditivi e da sordi adulti.

firenze_santa_maria_novellaSiamo iscritti al Registro Regionale delle Associazioni di Volontariato e siamo accreditati all’A.O.U. Meyer e all’ A.O.U. Careggi dove svolgiamo attività di volontariato, di sostegno alle famiglie, di promozione e supporto per lo sviluppo e la qualificazione dei servizi.

Scopo dell’associazione è quello di promuovere iniziative volte a garantire qualità della vita e autonomia alle persone, bambini e adulti, con disabilità uditiva.

Ci siamo infatti prefissi di dar vita ad un momento di riflessione sul cosiddetto comfort acustico con la finalità non solo di far riflettere le Istituzioni su questa problematica ma anche di porle nelle condizioni di adottare normative e quindi atti conseguenti, necessari a trasformare lo spazio scolastico da barriera a facilitatore dell’apprendimento.

sentirsi-a-scuola

Arrivati a scuola, la stragrande maggioranza dei nostri ragazzi si trovano in spazi scolastici inadeguati dal punto di vista acustico; aule ed edifici che per un alunno con disabilità uditiva rappresentano una barriera alla comunicazione e all’apprendimento.

La qualità acustica delle scuole e le conseguenti condizioni di benessere per insegnanti e studenti sono tra gli aspetti forse più trascurati nella progettazione, realizzazione e ristrutturazione delle scuole. Eppure, il comfort acustico soprattutto delle aule scolastiche dipende da una serie di fattori fisici ben definiti tra i quali: il tempo di riverberazione ambientale, la distanza alunno-insegnante e il rumore di fondo esistente nell’aula.

L’eccesso di rumore può provocare varie problematiche: disturbo e affaticamento ma anche stress e una riduzione delle prestazioni scolastiche degli alunni. La perturbazione dell’intelligibilità del parlato – fenomeno associato per eccellenza al rumore – ha gravi ripercussioni sul percorso di apprendimento degli allievi ed inoltre il rumore acuisce la disattenzione e la stanchezza, diminuisce la capacità di concentrazione, la memorizzazione e le capacità di lettura e di calcolo. Questi problemi, ledono maggiormente gli alunni con disabilità uditiva ma interessano anche gli studenti non di madre lingua o con disturbi di attenzione e di linguaggio

Vi aspettiamo quindi venerdì 11 novembre dalle ore 15:30 alle 18:30 a Firenze in sala “Ketty La Rocca”, Piazza delle Murate per il convegno «Sentirsi a scuola. Il diritto alla qualità acustica delle strutture scolastiche»

I relatori saranno:

Cristina GIACHI, Vicesindaca del Comune di Firenze e Responsabile Anci Toscana area welfare, scuola, sanità diritti di cittadinanza e cooperazione

Benedetta BIANCHI, Responsabile Centro di Audiologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria

Irene RINALLO, Audioprotesista / Audiometrista

Gaetano LICITRA, AIA (Associazione Italiana di Acustica) e Coordinatore Area Vasta Costa, ARPAT Livorno

Simone SECCHI, Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Firenze

Arnaldo MELLONI, Direzione Ambiente del Comune di Firenze

Michele MAZZONI, Direzione Servizi tecnici del Comune di Firenze

Andrea VALDRÉ, Coordinatore Centro Regionale per l’Accessibilità – Regione Toscana

Gabriele TOCCAFONDI, Sottosegretario di Stato all’Istruzione

Claudio COPPINI, conduttore RVS Firenze

Per maggiori informazioni sulla nostra associazione e sulle nostre attività può consultare il sito www.ioparlo.org

Per l’iscrizione al convegno la invitiamo a compilare il modulo scaricabile dal sito stesso oppure raggiungibile dal seguente link http://ioparlo.org/index.php/component/formmaker/?view=formmaker&id=12&Itemid=354

 

Laura Brogelli

Presidente Associazione IOPARLO

facebook.com/ioparlo.org

@ioparlOrg

www.ioparlo.org

Newsletter