Da Bergamo per aiutare i cani randagi

Le vacanze-lavoro di tre volontarie a Campobello di Mazara

0
78 Numero visite

Da Bergamo a Campobello di Mazara, il paese dove ha trascorso parte della latitanza il boss Matteo Messina Denaro. Le tre donne arrivate nel Trapanese si sono date il compito di aiutare a sterilizzare i cani e a somministrare gli antiparassitari ai randagi fobici, i più difficili da avvicinare.

Si chiamano Lauretta PolizzottoRoberta Gatti e Laura Andreoletti e hanno deciso di trascorrere 5 giorni di vacanza in Sicilia, non al mare ma aiutando le volontarie dell’associazione ‘A…fido’ che sul territorio si occupano degli amici a quattro zampe.

Nella vita di tutti i giorni le tre donne di Bergamo lavorano in studi professionali e fabbriche, ma da più di vent’anni sono volontarie dell’associazione Dimensione animale Bergamo odv. “Il legame con le nostre amiche qui in Sicilia è nato nel 2015 – racconta Laura Andreoletti – quando abbiamo ricevuto la prima richiesta d’aiuto, tramite i social, per le adozioni. Siamo arrivate d’estate e da allora torniamo tutti gli anni”.

Alla missione di quest’anno si sono unite le volontarie locali Rosa Cirrotta e Daniela Barbera. Le tre bergamasche sono andate a caccia dei cani fobici, quelli che scappano per paura.

“Impieghiamo ore prima di prendere un cane – racconta Lauretta Polizzotto -. Con gocce omeopatiche nel cibo lo addormentiamo e poi lo carichiamo per portarlo in un centro veterinario per la sterilizzazione e per la somministrazione dell’antiparassitario a lungo rilascio”. L’associazione ‘Dimensione animale Bergamo’ s’è fatto carico di comprare antiparassitari per 2mila euro.

Le tre donne sono spinte solo dall’amore verso i cani, ecco perché ogni anno scelgono di trascorrere una settimana in Sicilia per aiutare l’associazione ‘A…fido’ che a Campobello di Mazara recupera quasi 10 randagi al mese. “I nostri appelli rimangono spesso inascoltati – dice Daniela Barbera che guida ‘A…fido’ – invitiamo tutti a non abbandonare cuccioli ma a prendersene cura, sterilizzandoli e mettendo il microchip, ma dai recuperi che facciamo questo non avviene. E registriamo anche pochissime adozioni”.
La collaborazione tra le volontarie di Bergamo e quelle di Campobello di Mazara ha aperto un canale di adozioni gratuite in tutt’Italia. Tramite i social, foto e video, i cani recuperati nel Trapanese vengono adottati al Nord e poi seguiti da Lauretta, Roberta e Laura. “Teniamo i contatti con le famiglie che li adottano e ci documentiamo sullo stato di salute dei cani”, spiegano. A Campobello di Mazara dove non c’è un canile comunale, le volontarie di ‘A…fido’ sono il braccio operativo del Comune che negli anni è riuscito a ridurre il numero dei ricoveri nei canili siciliani. “Chiediamo l’aiuto di tutti perché il randagismo è un tema da non sottovalutare”, dice Daniela Barbera.

Redazione Ansa

 

Notizie nella posta

Riceverai nella tua posta tutti gli aggiornamenti sul mondo
di MP Iscriviti gratuitamente ⤹