25 ottobre, Beato Don Carlo Gnocchi (1902 – 1956), è chiamato l’apostolo dei mutilatini

0
16 Numero visite

Carlo Gnocchi, nacque da una povera famiglia in provincia di Milano e diocesi di Lodi nel 1902.

Alla morte del padre si trasferì a Milano. Entrato nel Seminario della diocesi di Milano, venne ordinato prete nel 1925. Dopo alcuni anni come assistente di oratorio, venne nominato assistente spirituale dell’Istituto Gonzaga dei Fratelli delle Scuole Cristiane, a Milano.

Allo scoppio della seconda guerra mondiale, divenne cappellano militare per il fronte greco nel 1940­ e poi in Russia nel 1942.

Al ritorno in Italia, nel 1942, cominciò a raccogliere gli orfani di guerra, i mutilatini e i disabili di ogni genere. Rapidamente i suoi collegi si moltiplicarono in tutta Italia. Nel 1953 l’istituzione di Don Gnocchi cambiò denominazione in ‘Fondazione Pro Juventute’ riconosciuta Ente Morale.

Affetto da un male incurabile, don Carlo morì nel 1956. Prima, tuttavia, la carità lo indusse a un ultimo gesto eroico: convinse un dottore a trapiantare le sue cornee a due ragazzi ciechi.                                                            È stato beatificato il 25 ottobre 2009 e la sua festa è stata fissata al 25 ottobre.

Oggi la Fondazione don Carlo Gnocchi Onlus gestisce centri in molte regioni d’Italia con accoglienza, assistenza ai minori con gravi disabilità neuropsicomotorie e sensoriali. Le prestazioni ambulatoriali trattano anche disturbi dell’apprendimento, ritardo/disturbi del linguaggio e sordità neurosensoriale.

Carlo Gnocchi

P. Vincenzo Di Blasio

 

Newsletter