Bologna: Beata Vergine Maria di S. Luca

0
318 Numero visite
PUBBLICITA\'

La venerazione verso la “Madonna di San Luca”, con il culto del vescovo S. Petronio, costituisce un dato caratterizzante la città e diocesi di Bologna. Questo vincolo di grazia e benedizione, iniziato con la fondazione della chiesa sul Monte della Guardia nel 1194, ebbe una storica conferma durante l’episcopato del beato Nicolò Albergati, il 4 luglio 1433, quando la venerata immagine scese per la prima volta dal Colle della Guardia per liberare la città dalle piogge diluviali.

PUBBLICITA\'
Questo vincolo di grazia e benedizione, iniziato con la fondazione della chiesa sul Monte della Guardia nel 1194

Dal 1476 la visita della B. Vergine si verifica con cadenza annuale nei giorni delle Rogazioni antecedenti l’Ascensione. Ogni evento, triste e lieto, della storia di Bologna si riflette su questa immagine dolce e austera, che appartiene al modello della Hodigitria, cioè di Colei che indica la Via.

Maria sembra ripetere ai Bolognesi le parole pronunciate a Cana: “Fate quello che Egli vi dirà” (cfr. Gv 2,5). La Madonna di San Luca, incoronata dall’arcivescovo Alfonso Paleotti nel 1603, ricevette un prezioso regale diadema per le mani di Pio IX il 10 giugno 1857 nel corso del viaggio alle Legazioni Pontificie.

La festa della Madonna di San Luca si celebra il giovedì dopo la VI domenica di Pasqua.

Il Santuario della Madonna di San Luca, tanto cara al Venerabile Giuseppe Gualandi, è legato alla storia dei “sordomuti”. Insegnanti d’arte ed alunni dell’Istituto Gualandi hanno contribuito all’abbellimento della chiesa e alla realizzazione della sontuosa fioriera che l’abbelliscono durante le processioni.

P. Vincenzo Di Blasio

PUBBLICITA\'
Notizia