Un quadro del Sacro cuore caro ai sordi romani

0
1.059 Numero visite
PUBBLICITA

I religiosi, le religiose, gli ex alunni e gli amici dei Fratelli Gualandi ogni giorno pregano “Sacro Cuore di Gesù estendi il tuo regno ai sordi

PUBBLICITA

Ecco una breve storia della devozione della Piccola Missione per i Sordomuti e il Sacro Cuore

Quando nel lontano 1884 don Cesare Gualandi aprì la “casina” della Piccola Missione per i Sordomuti a Roma, portò da Bologna un bel quadro del Sacro Cuore di Gesù, che intronizzò nella cappellina di via dei Coronari. Era una copia del pittore bolognese Alessandro Guardassoni

Al Sacro Cuore si affidarono i fondatori mons. Giuseppe e don Cesare Gualandi in quegli anni di estrema difficoltà di ogni genere e non solo di salute

Da Lui ispirati e confortati, don. Ferdinando Buoni e don. Luigi Bertaccini nel 1886 con la professione dei voti religiosi si dedicarono all’educazione dei sordomuti sotto la regola della Piccola Missione

Passando di casa in casa, per anni il quadro è stato sull’altare della cappella maschile dell’Istituto Gualandi di Roma, in via Vincenzo Monti, 1

Oggi il pregevole quadro è custodito nella casa generalizia della Piccola Missione per i Sordomuti                                                                                                                                                                           

P. Vincenzo Di Blasio

Notizia