Incontro-dibattito Sordità e Sport, attiva partecipazione della “Quirino Maiorana” di Catania: quando superare i limiti e raggiungere successi è possibile

0
25 Numero visite

CATANIA Lo scorso 10 febbraio, la Scuola “Quirino Maiorana” di Catania, selezionata tra le sole nove scuole italiane aderenti al progetto Campioni sordi ieri, oggi e domani, ha partecipato ad un importante incontro-dibattito su Sordità e Sport.

Il progetto, sostenuto dalla Fondazione Vodafone Italia attraverso il bando #OSO – Ogni Sport Oltre, si pone come obiettivo il rafforzamento della relazione positiva delle persone sorde con lo sport e l’abbattimento delle barriere comunicative che ne possono ostacolare la pratica.

Il raggiungimento di questo obiettivo passa necessariamente da un importante processo di sensibilizzazione che trova terreno fertile e facile eco all’interno di un Istituto come la Scuola “Maiorana”, da sempre ricettiva e propositiva in tema di inclusione.

L’incontrofortemente sostenuto dalla Dirigente Scolastica Dottoressa Gisella Barbagallo, è avvenuto nel rispetto delle attuali normative anti-Covid, in modalità telematica ed ha visto protagonisti gli organizzatori dell’evento: l’Istituto “Pio” dei Sordi di Milano con le referenti Loredana Bava (Direttrice tecnica della Nazionale italiana volley femminile sorde), Valentina Foa (psicologa, ricercatrice e consulente sorda) e l’atleta Simona Cascio (Capitano della Nazionale di pallacanestro femminile sorde). Hanno partecipato gli alunni della classe 1M, guidata dalle professoresse B. Maccarrone e R. Ferrante, e gli alunni delle classi 2B e 2L sostenuti dai docenti dei rispettivi Consigli.

Gli studenti hanno interagito con le diverse personalità sorde coinvolte anche grazie alla presenza dell’interprete LIS.

Ciò che è emerso con forza è il messaggio per cui la comunicazione, non solo verbale ma anche empatica e in Lingua dei Segni, è possibile come è possibile per chiunque praticare sport e raggiungere anche livelli di assoluta eccellenza.

Durante l’incontro i ragazzi hanno ascoltato le relatrici approcciandosi ad una nuova realtà con curiosità ed entusiasmo ed hanno rivolto loro numerose domande, soprattutto all’atleta Simona Cascio, affascinati dal suo esempio e dalla sua forza di volontà che l’ha portata a superare quelli che solo apparentemente sembrano limiti e ad ottenere importanti successi nella vita e nello sport.

 

Newsletter