Lampadino e Caramella, il primo cartone animato italiano per bambini autistici

0
118 Numero visite
PUBBLICITA\'

È stato creato con la rivoluzionaria metodologia del Cartoon Able, si chiama “Lampadino e Caramella nel MagiRegno degli Zampa” e va in onda tutti i giorni su Rai YoYo“

Sono fratello e sorella, lei ha due codine bionde e un fiocco tra i capelli, lui un ciuffo rosso e le lentiggini: si chiamano Lampadino e Caramella e i segni particolari sono due sorrisi stampati sul viso gioviale. Con il MagiRegno degli Zampa entrano nelle case delle famiglie tutti i giorni alle 16.50 su Rai YoYo, salutano il loro amico Zampacorta, e conducono con gentilezza i bambini con deficit sensoriali alla scoperta dell’integrazione, del gioco e dell’apprendimento.

PUBBLICITA\'

Seduti sul divano ci sono bambini sordi o autistici. Bambini che non percepiscono fino in fondo il significato delle parole e che grazie alla rivoluzionaria metodologia del Cartoon Able, il cartone animato prodotto per Rai Ragazzi dalla società di produzione Animundi, “Lampadino e Caramella nel MagiRegno degli Zampa”, rende possibile la sua fruizione a tutti i più piccoli facendoli divertire. Ed è il primo cartone animato inclusivo e senza barriere.

Cos’è il Cartoon Able

Per il progetto è stato ideato e codificato con la consulenza di un pool di esperti un metodo di lavorazione altamente innovativo, il “Cartoon Able”. La tecnica del Cartoon Able prevede uno schema ben preciso. Un linguaggio chiaro con tempi narrativi calibrati e ritmo versatile, uno stile di animazione fruibile da tutti, una voce narrante, proprio come un’audioguida. Il tutto con un commento sonoro armonizzato al contesto per le parti prive di dialogo (a vantaggio dei bambini ciechi o ipovedenti), sottotitoli con specifica sintassi e traduzione simultanea nella Lingua italiana dei segni (Lis), con attori in costume che recitano in live- action inseriti in un fumetto (a vantaggio di bambini sordi).

Il progetto e il successo di “Lampadino e Caramella nel MagiRegno degli Zampa”

Conquistando, fin dalla sua genesi, personalità del mondo dello spettacolo e non che hanno prestato la voce (e a volte la fisionomia) ai personaggi della storia, la prima serie in 20 episodi del cartoon, in onda da fine marzo tutti i giorni su Rai YoYo e presente sulla piattaforma RaiPlay, ha suscitato in questi mesi grande interesse di stampa e pubblico: premiata da un record di ascolti eccezionale, è stata la più attenzionata dai media nella storia delle Tv series a cartoni animati in Italia.

Frutto di oltre due anni di lavoro, di molteplici competenze professionali e di una sensibilità creativa capace di unire alla finalità ludica una componente etica di grande spessore, la serie rappresenta una piccola rivoluzione culturale nel mondo dei cartoni animati, una scossa per le coscienze, a dimostrazione che è possibile includere anziché dividere, accogliere le disabilità (ma più in generale le differenze) come un’opportunità di scambio anziché un limite.

Una tecnica complessa che per le sue svariate applicazioni è al centro di un progetto di ricerca clinica sperimentale, in collaborazione con l’associazione Medicinema Italia Onlus e con il Centro ipovisione pediatrico del Grande ospedale metropolitano Niguarda di Milano.

Forte del successo ottenuto, il progetto, la cui valenza pedagogica e sociale è attestata anche dal contributo economico del MiBact (ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo), prosegue con l’avvio a breve della produzione di una seconda serie di episodi, con il sostegno e il coinvolgimento di personalità del mondo dell’arte e dello spettacolo che, anche questa volta, vorranno generosamente dare il loro contributo alla causa.

La serie

Il cartone animato si sviluppa in venti episodi da sei minuti ciascuno e narra le avventure di due simpatici fratellini – Lampadino e Caramella – e dei loro amici animali. Le avventure si svolgono nel MagiRegno degli Zampa, il luogo fantastico a cui i bambini hanno accesso grazie ad una formula magica. Storie semplici ma non banali, dai fini formativi e talvolta ispirate a temi attuali, raccontate in modo sorprendentemente nuovo, ricorrendo a codici comunicativi. Linguaggi del tutto inediti per il mondo dell’animazione, studiati per intrattenere e stimolare la fantasia di ogni bambino, contro il muro del pregiudizio e della discriminazione, perché divertimento e fantasia sono un diritto di tutti i bimbi.

Il sostegno al cartone animato

Per la sua valenza pedagogica e sociale il cartone animato ha ottenuto il contributo economico del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo. Fin da subito, il progetto ha conquistato il mondo dell’imprenditoria, dell’arte e dello spettacolo. Molte le personalità che hanno accettato di sostenere attivamente il progetto, come lo stilista Renato Balestra e la stella della danza Sabrina Brazzo. Hanno prestato la loro voce ai vari personaggi della serie tv Giovanni Allevi, Beppe Carletti, Raul Cremona, Gigi e Ross, Vladimir Luxuria, Guillermo Mariotto. Giuseppe Zeno è la voce narrante di tutte le puntate.

 

 
PUBBLICITA\'
Notizia