Rai Ragazzi, arriva il primo cartone inclusivo per bambini disabili

0
1.638 Numero visite

Arriva su Rai Yo Yo Lampadino e Caramella”il primo cartone animatoaccessibile a tutti i bambini. 

Venti episodi di cinque minuti ciascuno ideati dallo studio romano Animundi.,in onda dal prossimo autunno. E’ questa una delle novità più importanti prodotte dalla Rai e presentate oggi a Torino nella giornata conclusiva di Cartoons on the Bay dal direttore di Rai Ragazzi Luca Milano e dalla vicedirettrice Mussi Bollini.  Grazie alla collaborazione di strutture specializzate nel sostegno alle diverse disabilità sensoriali, sono stati introdotti espedienti narrativi come una voce narrante, sottotitoli strutturati con specifiche codifiche, interpreti della lingua dei segni (LIS), una grafica e uno stile di animazione studiati per essere non invasivi. Tutti elementi che permettono anche ai bambini non udenti, non vedenti e affetti da autismo, di seguire le avventure dei piccoli protagonisti in un’ottica finalmente inclusiva. Tutti i bambini, quindi, senza distinzioni potranno seguire le simpatiche e semplici avventure del geniale Lampadino, della sua amica, la dolce caramella e del loro cagnolino dalla zampetta più corta. Anche La Pimpa proporrà una nuova app facilitata per includere i bambini autistici. Ancora inclusione e innovazione tecnologica, per l’uccellino blu che ha paura di volare in Giù dal nido e nelle moto animate di Ricky Zoom.  Per favorire, invece, l’apprendimento dell’inglese, Rai Yo Yo presenta Fumbleland, ambientato in una classe, ma già da oggi alle 17,25 arriva il cartoon musicale inglese e italiano Dixi Simple Songs. Immancabili poi le nuove serie di Winxs Club e Le canzoni dello Zecchino coprodotto con l’Antoniano.

IL PRESIDENTE DELLA RAI FOA: “LA TV DEI RAGAZZI, LABORATORIO PER LA NUOVA RAI”

Autorevolezza e flessibilità. Sono le due direttive della nuova Rai che può prendere esempio proprio dalla tv dei ragazzi. Questo il pensiero del presidente della Rai Marcello Foa, che oggi in visita a “Cartoons on the bay” a Torino ha dichiarato di essere sorpreso dalla qualità tecnologica delle proposte per l’infanzia. “L’approccio è cambiato. Noi i bambini dobbiamo andarli a cercare là dove si trovano, ovvero sul web. E siccome nel 2020 più della metà dell’offerta televisiva verrà fruita sulle piattaforme digitali, anche la Rai dovrà essere pronta unendo autorevolezza e flessibilità” dice Foa alla stampa. aggiungendo: “La produzione per l’infanzia è un campo spoliticizzato, lontano dalle tensioni di altri settori, e può quindi essere un ottimo laboratorio per il resto della Rai. Riusciremo a stare al passo? Ne sono certo, altrimenti. Occorre essere reattivie dinamici se non vogliamo mettere a rischio il nostro ruolo di servizio pubblico”.

I RAGAZZI DIVENTANO PROTAGONISTI

Intanto dal 15 aprile su Rai Gulp arriva Club 57, la nuovissima serie di telefilm di Rainbow e Rai: un gruppo di ragazzi di oggi viaggia nel tempo e finisce in un musical degli anni 50 con un divertente e istruttivo confronto con la società di quando erano i loro nonni ad essere giovani. Altra novita’ è  la produzione di contenuti esclusivi per  il web e Instagram. Come Missione Spazio Reloaded, il programma disponibile sulla piattaforma Rai Play e sul portale  web di Rai Gulp che in collaborazione con Esa (Agenzia spaziale europea) e Asi (Agenzia spaziale italiana) ci racconta lo spazio in compagnia di Linda Raimondo, la studentessa diciannovenne di Almese (Torino) che sogna di diventare  un’astronauta. La serie sbarcherà a maggio in tv su rai Gulp. La sfida, sottolineata tanto dall’ad di Rai Com Monica Maggioni, sia dal direttore di Rai Ragazzi Milano, sarà alle nuove piattaforme web, dato che i televisori saranno sempre piu’ connessi e avranno le stesse potenzialita’ di uno smartphone. “Un maggiore spazio  per la visione condivisa in famiglia, che ci prepariamo a riempire con un’offerta piu’ ricca”, ha assicurato Milano. E alle nuove tecnologie è dedicato il gioco tv Rob-o-cod, dal 29 aprile sui Rai Gulp alle 17.55, un format originale in collaborazione con il Crits (Centro ricerche e innovazione tecnologica e sperimentazione Rai” sul coding, ovvero un laboratorio informatico che insegna ai bambini i primi rudimenti del pensiero logico-computazionale attraverso una gara a chi riesce a programmare meglio il proprio robot.

LE AVVENTURE DEL GIOVANE LEONARDO DA VINCI 

Per i più grandicelli su Rai Gulp arriuva Leo da Vinci, una produzione internazionale del Gruppo Alcuni in 52 puntate, con le entusiasmanti avventure del giovane Leonardo da Vinci (a 500 anni dalla morte) con l’amica Monna Lisa e l’amico Lorenzo de Medici nella Firenze del 1467. E se OPS-Orrendi per sempre, in autunno racconterà di uno strampalato e grottesco gruppo di amici, belli ed eroici sono quelli di Dragonero, la prima produzione animata di Bonelli Editore tratta dall’omonimo fumetto fantasy  di Luca Enoch e Stefano Vietti. Sempre dai fumetti arrivano i Barbapapà. La nuova serie, mentre dai romanzi per ragazzi arriva Klinkus Corteccia e Alice & Lewis, ispirato ad “Alice nel paese delle meraviglie”. Senza dimenticare la radio per l’infanzia. In estate arriva un nuovo pupazzo a Rai Radio Kids. Si chiama Krud un alieno inquinatore cattivo, ma non troppo, mentre continueranno poi le letture delle favole, delle filastrocche e dei racconti di Gianni Rodari

https://www.avvenire.it

Newsletter