Home Speciali Disabili, volantini contro i romani incivili che occupano strisce gialle: "Non sono...

Disabili, volantini contro i romani incivili che occupano strisce gialle: “Non sono un nostro privilegio”

Parte la campagna di sensibilizzazione lanciata dalle associazioni Alm e Aida onlus con il volto della presidente, la deputata Ileana Argentin

“Il parcheggio H è uno strumento di autonomia, non un privilegio”. Recitano così i volantini-multa che i romani si ritroveranno sul vetro dell’auto già dalle prossime ore. Una campagna di sensibilizzazione lanciata dalle associazioni Alm e Aida onlus con il volto della presidente, la deputata Ileana Argentin. Obiettivo: dissuadere gli automobilisti dall’occupare illegalmente i parcheggi riservati ai disabili.“A Roma la gente continua a usare impropriamente i parcheggi H – dichiara Argentin – e le persone con deficit incontrano enormi difficoltà nel sostare con le macchine. Sono troppi i cittadini ‘sani’ che si appropriano inadeguatamente delle strisce gialle per fare acquisti o svolgere mansioni quotidiane”. Da qui l’idea di disseminare messaggi sulle auto. “Aiutaci a insegnare alla comunità a rispettare i diritti dei disabili” si legge ancora sui volantini.
 

“Come presidente delle due associazioni, ho voluto nuovamente portare all’attenzione degli automobilisti romani la questione: la disabilità non è un optional bensì un insieme di difficoltà che rendono necessari parcheggi fruibili. Il volantino che verrà diffuso – conclude – rappresenta una falsa multa e replica che ‘Chi vuole fare il dritto nega un diritto'”.

 
webdesigner
webdesignerhttps://www.sordionline.com/
Nato in provincia di Latina, classe 1959, fondatore del sito dal 2002 e sono molto orgoglioso di essere “sordomuto” e non sordo, l’ho realizzato in proprio fino ad oggi ed in forma del tutto volontaria
Annuncio pubblicitario
Smartphone Samsung

Articoli recenti

Recent Comments

Associazione Nazionale Sordi Onlus on Ens, l’unico ente per la tutela delle persone sorde
Luca Iacovino on Sordi contro Sordi