In bici da Siracusa a Expo: sfida di un disabile siciliano

0
965 Numero visite

All’Expo nonostante le diversità è il messaggio alla base del sogno di Samuel Marchese. Prosegue il viaggio del ragazzo e di altre persone partite dalla Sicilia in direzione di Milano.

partenza-siracusa-2-2__1437579445_92_223_188_34

Partiti da Siracusa sono stati accolti dal sindaco e dal vice sindaco a Catania. «La vita può sempre essere una gioia anche se si deve affrontare con qualche difficoltà in più: la diversità è davvero l’unica cosa che ci accomuna tutti.

Tutti siamo diversi e ognuno nella sua diversità può e deve interagire nella società, ma affinché ciò possa realizzarsi è necessario abbattere le barriere (sia architettoniche, che mentali), che sono le sole a creare il muro d’isolamento fra noi e gli altri» ha raccontato Samuel al Corriere nel maggio scorso.

Oltre a Samuel troviamo Martino Florio e Luigi Palì in handbike e Gianni Canzone, non vedente, in tandem con la moglie Patrizia Magliolo. Accompagnati da atleti olimpionici e paralimpici, con loro una mascotte d’eccezione: il cane di Samuel, addestrato e in grado di aiutarlo in caso di necessità. La buona volontà non manca ma come il padre del ragazzo tiene a precisare: «Affinché Sicilia Expo 2015 di Samuel si realizzi, è necessario che lungo il percorso ci siano persone disposte ad alloggiarci e darci una mano. Per il momento abbiamo solo 3 mila euro in cassa, un po’ pochi per arrivare a Milano».

http://www.vvox.it/

Newsletter