Il paese saluta Ettore, il gigante buono mascotte del paese

0
1.182 Numero visite
Pubblicità

Pubblicità

Si chiamava Ettore, era un alano conosciuto da tutti ad Azzano, una vera celebrità. Lo si vedeva tutti i giorni a spasso con i suoi padroni e la sua compagna, Mirtilla, nei parchi del centro.

di Mirella Piccin

Ettore se n’è andato una notte in silenzio; nella sua cuccia sono comparsi un lumino e un mazzetto di fiori, oltre alle tante parole e dediche apparse sui social per un gigante tenero che resterà nel cuore di tanti. Non tutte le grandi storie d’amore nascono fra i propri simili; ci sono amori che per qualcuno sono difficili da spiegare, ed é altrettanto difficile imbrigliare con le parole quell’amore durato poco meno di tre anni. Racconta con le lacrime agli occhi Marta Carlesi, che insieme al marito Daniele e al figlio Alessandro, hanno vissuto con Ettore: «Mi sono innamorata di Edmund (Ettore) nell’istante esatto in cui i suoi occhi azzurri hanno incontrato i miei ma, c’era un ma.

Ettore era albino e nato sordo. Nonostante l’esperienza decennale con gli alani non mi ero mai imbattuta in questo handicap, e si trattava di un alano che avrebbe pesato oltre i 90 chili». Addestrare un cane sordo non è facile, anzi…

http://www.ilgazzettino.it/

Notizia