Successo per il corso di assistenti alla comunicazione per persone sordocieche

0
1.013 Numero visite

“Il corso professionalizzante per la formazione di operatori addetti alla comunicazione per sordociechi in lingua dei segni tattile primo e secondo livello – ha esordito Oriano Landucci, presidente della fondazione Banca del Monte di Lucca alla cerimonia di consegna degli attestati – è stata un’iniziativa unica ed importante dato che qui a Lucca non era mai stata fatta prima ed è per questo che siamo contenti come fondazione di averlo finanziato insieme alla Irifor”.

20161010163706

Dello stesso parere il sindaco Alessandro Tambellini che ha voluto sottolineare come questo corso, oltre a formare un gruppo di tecnici della comunicazione in grado di favorire l’integrazione delle persone sordocieche, sia stato anche un momento di crescita per i partecipanti dato che hanno effettuato simulazioni di accompagnamento e dell’orientamento di persone con questa disabilità, sperimentando soprattuto le difficoltà nella mobilità e nella comunicazione.

“Il settore affrontato è molto delicato – ha dichiarato Massimo Diodati, presidente unione italiana ciechi e ipovedenti sezione provinciale di Lucca – e anche se non sono molte le persone con questa disabilità ritengo che anche per una persona sola varrebbe la pena fare un corso di questo tipo”.

Antonio Della Maggiora dell’unione italiana sordi ha confermato quanto detto da Diodati sottolineando l’importanza della sinergia tra associazioni, come avvenuto in questo caso per l’organizzazione del corso, dato che ”è rimanendo uniti che si possono vincere le problematiche legate a questa disabilità”.

Durante il corso gestito dall’agenzia formativa So & Co sono stati vari i temi affrontati: le patologie e quadri diagnostici della sordo cecità, la legislazione socio-sanitaria, le organizzazioni di supporto ai disabili plurisensoriali, la LIS- pratica sulla comunicazione di base e in diversi ambiti di vita quotidiana, la Lis tattile, il metodo Malossi, la scrittura della mano e il braille.Nella cerimonia di chiusura è stato spiegato che la Lis tattile è una lingua molto particolare dato che la persona sordocieca ascolta toccando le mani di chi”parla”, percependo così il segno comunicato.

Nel corso della cerimonia gli allievi ne hanno dato alcune dimostrazioni in diretta. Sono stati consegnati gli attestati ai partecipanti del corso che sono: Costanza Mari, Marco Nuti, Elisa Pasquini, Lidia Ramacciotti, Palma Scannapieco, Alice Sensi, Mariachiara Sinibaldi e Yolanda Condori.

 

Barbara Ghiselli

http://www.lagazzettadilucca.it/

Newsletter