Sono il 3,5% del totale, in Italia la media è 2%

E’ quanto emerso questa mattina durante la presentazione del nuovo Sportello per studenti diversamente abili dell’Università di Urbino, aperto in via Veterani n 36, in un palazzo storico dove hanno studiato centinaia di giovani e umanisti e che adesso verrà dedicato ad una serie di nuovi servizi (per la Didattica, E-Learning, per disabili e altri ancora). “Abbiamo sempre avuto – ha affermato il nuovo rettore, Giorgio Calcagnini – una lunga tradizione di questi servizi, che andremo a migliorare ulteriormente”. “Negli ultimi anni – ha spiegato il delegato rettorale alla disabilità Vincenzo Biancalana – gli studenti con disabilità sono notevolmente aumentati e dobbiamo far fronte alle loro necessità: non solo per il superamento delle barriere architettoniche, l’assistenza allo studio e per i trasporti, ma anche nell’orientamento di accoglienza, in itinere e post laurea, affinché lo studente disabile non sia in alcun modo penalizzato nel conseguire il titolo di studio”.
Il direttore generale, Alessandro Perfetto, ha concluso ricordando gli interventi nelle varie sedi universitarie, sale studio e biblioteche, per migliorare sia l’accesso che la permanenza degli studenti disabili.
Interventi ai quali si aggiunge il nuovo Sportello a loro completamente dedicato e con personale esperto, come il coordinatore Giuseppe Biancalana.
Notizie via email