Si presentano anche in Lingua dei Segni le scuole del IC Varese1

0
10 Numero visite

Online per ogni scuola dell’Istituto dei video anche in LiS per introdurre gli open day di gennaio. La preside Oprandi: “Puntiamo du lingue e inclusione”

A introdurre gli open day di gennaio delle scuole dell’Istituto Comprensivo Varese 1 Don Rimoldi tanti video, già online, che presentano le primarie e le secondarie anche in Lis, la Lingua italiana dei segni. Un’attenzione speciale che non è nuova per l’Istituto dove il percorso di formazione degli alunni è arricchito da corsi sulla Lingua dei segni, il che ha permesso a bambini e ragazzi di dare vita al Coro delle Mani Bianche della città di Varese
Sul sito del IC Varese 1 quindi ciascun plesso si presenta con dei link utili e un video cui se ne accompagna uno in parallelo con lo stesso “audio” in lingua dei segni.

Quello del potenziamento delle Lingue, anche in prospettiva inclusiva (insegnare a tutti il valore della apparente diversità) è un must della scuola, che accorpa sette plessi tra il centro e le prime periferie cittadine.
Ad esempio per i bambini della primaria Mazzini c’è l’insegnamento della  la seconda lingua straniera (francese oltre all’inglese), mentre nella secondaria le competenze sono sviluppate in più lingue (inglese, tedesco, spagnolo e francese). Inoltre vengono attivati corsi di latino parlato e greco parlato in funzione di orientamento per chi vorrà intraprendere gli studi liceali e classici.

Particolari anche i corsi di cito-istologia e di potenziamento delle scienze e della matematica, di musica, di sport e di italiano, tanto che l’IC Varese 1 è promotore anche delle Olimpiadi della Lingua Italiana per la scuola secondaria di primo grado.
Essere un istituto che potenzia le lingue a livello europeo è una sfida per l’Istituto: “ Partecipiamo a tutte le competizioni di potenziamento e sviluppo delle competenze logico–matematiche ai vari livelli, ma crediamo che la nostra scuola abbia tutte le carte in regola per farsi promotrice, con chiunque vorrà essere nostro partner – penso alle Università del territorio e alla Accademia della Crusca oltre alla Amministrazione comunale – per attivare sul territorio le Olimpiadi della Lingua Italiana. Essere una scuola multietnica è infatti una grande ricchezza che la scuola e la città devono valorizzare”, spiega la dirigente Luisa Oprandi.

Si inserisce in questo contesto l’attenzione alla Lingua dei segni “che negli ultimi tre anni ha trovato terreno fertile nel IC Varese1- aggiunge la preside – una bella esperienza mutuata per quanto mi riguarda da anni pregressi in altra scuola e che al Varese 1, in città e anche in provincia ha raccolto tante adesioni: corsi di sensibilizzazione, esperienze per gli alunni, Coro delle Mani Bianche. Per questo ogni nostra presentazione è anche in LIS”.

L’Istituto è anche Centro di certificazione EIPASS (la patente europea di informatica) che viene garantita nel percorso curricolare a tutti gli alunni dalla quarta primaria alla seconda secondaria e a prezzi agevolati a genitori, docenti personale, ex alunni ed Enti e realtà convenzionate con la scuola.  Tra i progetti d’Istituto anche il Consiglio comunale delle ragazze e dei ragazzi, per valorizzare le competenze di cittadinanza attiva dei giovani studenti. “Una bella grande famiglia per tutti, alunni, docenti e genitori, una squadra dove ciascuno è valorizzato – afferma la Oprandi – Il rapporto con i Genitori e le realtà parrocchiali e rionali è molto attivo da anni e contribuisce saldamente al clima di serenità della scuola”.

Per gennaio sono previsti specifici incontri “a distanza “ con i docenti di ogni singolo plesso e serve prenotarsi.
Sul sito tutte le indicazioni a riguardo: “Sarà occasione per incontrarsi e porre tutte le domande Necessarie ed utili”, conclude la preside.

 

Newsletter