Scuole: donate le mascherine trasparenti

I dispositivi consegnati ai due istituti comprensivi. Saranno d’aiuto per i non udenti e le educatrici

0
126 Numero visite
PUBBLICITA

di Daniele Masseglia

PUBBLICITA

LUCCA – Le chiamano “antistress“ perché faciliteranno la comprensione in classe, soprattutto in presenza di alunni non udenti.

Da domani le mascherine trasparenti, inaugurate dal comune di Pietrasanta a livello nazionale, verranno infatti utilizzate in classe grazie alla consegna dei dispositivi ai due istituti comprensivi. La fornitura di un primo stock di mascherine, prodotte e donate da “Riccardo Corredi“, è avvenuta venerdì in sala consiliare dando seguito al progetto coordinato dal consigliere comunale di “Pietrasanta prima di tutto“ Giacomo Vannucci.

Grazie alla presenza di una finestrella trasparente sulla bocca, i dispositivi consentono di garantire sicurezza e di alleggerire lo stress ai bambini permettendo alle persone non udenti o con particolari disabilità di poter leggere il labiale. In questa prima fase saranno consegnate alle insegnanti delle elementari e successivamente agli asili nido. “Doteremo anche le educatrici dei nidi delle mascherine trasparenti. Siamo pronti, anche grazie alla disponibilità di ’Riccardo Corredi’, che ringrazio – dice l’assessore alla pubblica istruzione Francesca Bresciani – a provvedere alla fornitura di altri dispositivi se sarà necessario. In attesa che lo Stato provveda a consegnare le fornitura di mascherine settimanali, lo faremo noi con una prima piccola scorta di chirurgiche. Non potevamo partire senza un minimo di copertura in caso di necessità”.

Sempre in merito alla prima campanella arrivano i saluti e gli auguri di buon inizio di anno scolastico dal sindaco Alberto Giovannetti. “In questi mesi abbiamo lavorato tanto per rendere i plessi migliori, più accoglienti, moderni e sicuri anche dal punto di vista dell’emergenza sanitaria. Tutti i plessi sono stati dotati del kit anti-Covid e delle altre misure necessarie per garantire il rispetto dei protocolli. Sarà un anno scolastico particolare per tutte le ragioni che sapete, ma siamo pronti.

Ritenevo più prudente e di buonsenso iniziare le lezioni dopo le elezioni regionali e il referendum, ma è andata diversamente. L’importante è seguire le indicazioni dei vostri insegnanti”. Il sindaco sente poi il bisogno di ringraziare i dirigenti scolastici, gli insegnanti, i collaboratori scolastici, gli uffici comunali e l’assessore Bresciani “per il grande lavoro che ha fatto i questi mesi”. “Ma i ringraziamenti più importanti – conclude – vanno ai genitori.

La vostra collaborazione in questi mesi sarà importantissima. Il rischio zero non esiste, ma possiamo ridurlo mettendo in campo tutti quei comportamenti che ormai conosciamo bene e che applichiamo nell’ordinarietà della nostra giornata. Tutto andrà bene. Buon inizio a tutti voi”.

Notizia