Settimana internazionale del sordo in Puglia: «Abbattere l’invisibile barriera della comunicazione»

L'evento in corso dallo scorso 20 settembre culminerà domenica con la "Giornata Mondiale del Sordo"

0
38 Numero visite
Pubblicità

La “Settimana Internazionale del Sordo 2021” è in corso dal 20 al 26 settembre e rappresenta l’appuntamento più importante per la comunità sorda.

Pubblicità

La sordità, di fatto, è una “disabilità invisibile” individuabile soltanto nel momento in cui si comunica: c’è chi usa la parola, chi usa lo sguardo, chi il corpo e chi le mani.

Le mani che volteggiano nell’aria, che producono una frase rappresentano la lingua madre delle persone sorde ed è la “LINGUA DEI SEGNI” – LIS. Nell’ottobre dello scorso anno il Comune di Bari, a seguito ad un percorso promosso dalla Commissione Pari opportunità assieme al sottoscritto, ha aderito alla Lingua dei Segni e attualmente è in valutazione un innovativo servizio di interpretariato digitale, per una prima fase sperimentale, che garantisca la piena inclusione delle persone sorde che accedono negli uffici comunali e ai servizi dell’Amministrazione.

Il 19 maggio scorso, mentre, la LiS è stata riconosciuta ufficialmente dallo Stato italiano con un ritardo di oltre dieci anni dalla Convenzione delle Nazioni unite sulla disabilità (ratificata dal nostro Paese nel 2009) e si attendono i decreti attuativi perché sia conosciuta ed usata.

«Approfitto della Settimana Internazionale del Sordo, che culminerà il 26 settembre con la Giornata Mondiale del Sordo – sottolinea Vito Spadavecchia, consigliere metropolitano – per invitare la Regione Puglia, la Città Metropolitana e i suoi 41 Comuni ad abbattere l’invisibile barriera della comunicazione, per favorire il processo di inclusione e di interazione tra persone sorde e udenti, facendo il primo passo verso la promozione e quindi l’utilizzo della Lingua dei Segni».

 

Notizia