Dura replica del presidente della Commissione Disabilità del Comune di Sassari, Ermelinda Delogu, alle dichiarazioni rilasciate dai rappresentanti cittadini della Lega, il consigliere comunale Francesco Ginesu e la coordinatrice Marina Puddinu, dopo la bocciatura nel consiglio della proposta del consigliere di installare i dispositivi acustici per non vedenti ai semafori.

“Nel comunicato della Lega – tuona la Delogu -, si afferma che Sassari non è una città per le persone fragili, facendo intendere che questa amministrazione comunale è insensibile verso le problematiche che devono affrontare le persone disabili in città. Niente di più falso: a marzo di quest’anno ho presentato alla Quinta Commissione (di cui anche il consigliere Ginesu fa parte), la relazione finale in merito alle iniziative svolte e agli obiettivi raggiunti nel 2020. Nonostante tutte le limitazioni e i rallentamenti dovuti alla pandemia, le attività della Commissione e le opere completate dall’amministrazione Campus riguardo i disabili sono state molteplici. La relazione, oltretutto, ha avuto il plauso di tutti i consiglieri presenti, sia di maggioranza che di opposizione”.

Per anni le associazioni hanno chiesto che si procedesse per adeguare la città alle necessità di chi ha problemi. Per anni si è chiesto alla politica locale di far diventare Sassari una città inclusiva. Anni senza risposte, fatti, attenzioni. Ora invece qualcosa è cambiato, anche durante questa grave crisi pandemica: la Giunta Comunale ha prestato attenzione per i più fragili e ai disabili”.

L’attivazione del numero 118 per i sordi durante la pandemia, la collaborazione con le associazioni per Spesa Solidale, la distribuzione delle mascherine trasparenti per agevolare i sordi nella lettura del labiale e l’aumento degli stalli dei disabili presenti nel posteggio di Via Dei Mille sono solo alcune delle attività e delle opere messe in atto dalla Commissione grazie anche al costante supporto costante del Sindaco Campus e di tutta la Giunta comunale”, ha sottolineato la Delogu.

“È dell’altro ieri – evidenzia – la notizia che la Regione ha accettato la richiesta del Sindaco Nanni Campus per l’ampliamento dei benefici per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Attualmente l’ufficio competente del Comune sta valutando il sistema migliore di sottotitoli delle sedute del Consiglio per consentire ai sordi di partecipare attivamente alla vita politica. L’associazione dei ciechi di Sassari è stata ricevuta dal Presidente del Consiglio, Maurilio Murru, e dall’assessore ai Servizi Sociali, Antonello Sassu, insieme al consigliere Laura Useri, per esporre le richieste dei loro iscritti”.

“La Commissione è stata vicina alla cittadinanza che ha saputo reagire con gesti generosi, altruisti, al momento critico che Sassari ha vissuto, e lo hanno fatto costruendo ponti di solidarietà con la spesa sospesa, con sportelli di ascolto, con la distribuzione di cibi caldi. Tutto nato spontaneamente. Il nostro apporto è stato costruire una rete di soccorso per raggiungere chiunque ne avesse bisogno, coinvolgendo gli operatori che generosamente si sono messi a disposizione”, conclude Ermelinda Delogu.

 

 

Notizie via email