Corso di base per gli addetti alle attività di sportello e contatto con il pubblico

Corso di lingua dei segni per i dipendenti comunali addetti alle attività di sportello e di contatto con il pubblico. La giunta ha disposto che frequentino un corso formativo di base sulla LIS – lingua italiana dei segni che consenta loro di poter comunicare più facilmente anche con le persone sordomute. Questa modalità comunicativa è veicolata attraverso il canale visivo-gestuale ed è utilizzata nel territorio italiano da parte dei componenti della comunità non udente.

«E’ un segno di civiltà e dovere di un’Amministrazione pensare a tutti i cittadini – dice il sindaco Andrea Corsaro – in particolar modo alle categorie più fragili, che rivolgendosi al Comune devono poter trovare risposte appropriate».

Il percorso formativo, che partirà il 16 aprile, con cadenza bisettimanale, per la durata di tre mesi, ha lo scopo di poter accogliere l’utenza che utilizza la lingua italiana dei segni.

«Abbiamo pensato di formare il personale con competenze specifiche – spiega l’assessore al Personale, Ombretta Olivetti – di modo che i dipendenti dei nostri uffici siano in grado di accogliere tutti in maniera adeguata».

 

Newsletter