Pensioni di invalidità 2021 e vaccini: ultime su aumento e priorità, parla Stefani

0
250 Numero visite

Le ultime novità sulle pensioni di invalidità e sui vaccini giungono da alcuni post scritti sulla pagina ufficiale facebook del Ministro della Disabilità Erika Stefani che si sta impegnando moltissimo sul fronte vaccinale e delle mascherine, affinché i disabili possano avere un priorità rispetto agli altri in questo stato di emergenza.

Purtroppo si tratta di una categoria già normalmente più fragile che sta patendo e non poco le conseguenze del Covid 19 , anche la questione delle mascherine trasparenti per i sordi affinché sia possibiole leggere il labiale é stata considerata una delle battaglie del Ministro. Inoltre non viene meno la questione economica legata alle difficoltà dei disabili parziali, esclusi dall’aumento relativo alla circolare 152/2020, che ha portato invece le pensioni di invaliditità per quelli totali ad una maggiorazione da 286 a 651, permettendo un livello di vita migliore. Sotto i post della Stefani relativi appunto ai vaccini ed alle priorità, sono moltissimi i commenti di quanti chiedono l’aumento delle pensioni, come assoluta priorità per poter fronteggiare questa situazione. Su questo aspetto lei non si é ancora esposta, ma siamo certi che non tarderà a farlo anche attarverso il nostro sito, giacché ci é stata confermata dall’Ufficio Stampa la sua disponibilità al confronto. Facciamo il punto al 12 marzo 2021

Pensioni invalidità 2021: oltre ai vaccini anche l’aumento rientra tra le priorità?

Oltre ai vaccini anche l’aumento per i disabili parziali rientra tra le priorità del Ministro e del nuovo Governo? Questa é una delle domande che paiono porsi quanti hanno commentato sotto i post di Erika Stefani, ringraziando certo per il suo impegno sul fronte vaccinale, ma forse volendo far notare che oltre alla salute, necessaria certo, serve anche pensare all’aumento delle pensioni ed all’aspetto relativo alla dignità degli invalidi, che non possono dover sempre contare sugli altri per poter arrivare alla fine del mese. Sperano dunque che il Ministro, che quotidianamente, aggiorna relativamente ai risultati raggiunti col Governo i cittadini ed i disabili attraverso i social, possa dedicare uguale impegno anche nei confrotni dell’estensione dell’aumento.

Ecco in tanto il punto relativo ai vaccini: “Sono felice che nel corso della Conferenza Unificata Stato-Regioni sia stata ufficializzata la priorità vaccinale per le persone con disabilità. Un primo risultato di concretezza che accolgo con grande favore.
Ringrazio, a tal fine, il ministro Roberto Speranza per aver recepito le mie sollecitazioni e quelle delle federazioni della Disabilità. Mi sono già attivata affinché le mascherine di tipo trasparente, siano inserite nei canali di distribuzione gestiti dal Commissario straordinario per l’emergenza Francesco Figliuolo, che pure ringrazio per la sensibilità dimostrata. Questi risultati sono l’esito di un produttivo lavoro di squadra. Avanti così.

Ed ancora: “Verranno aggiornate le Raccomandazioni che stabiliscono le priorità nell’accesso ai vaccini, e saranno esplicitate, tra le categorie con accesso prioritario, quelle delle persone con disabilità grave riconosciute ai sensi dell’art. 3 comma 3 della Legge 104.
Oggi arriviamo al primo esito di questo percorso, partito con l’ascolto delle Associazioni maggiormente rappresentative del mondo della disabilità.
Ringrazio il ministro Roberto Speranza che ha manifestato la disponibilità ad aggiornare le Raccomandazioni
“. Di seguito i commenti che i disabili hanno lasciato sotto al post, come a voler spostare l’attenzione anche su altri argomenti che in parte ritengono ancora più prioritari.

Pensioni di invalidità 2021: occorre aumento anche per invalidi parziali

Luigi: “Il disabile che sta in famiglia è privilegiato…ma chi vive solo senza famiglia ..vive male e con poco danaro…invalido al 100% con 286 e avendo 513 di reversibilità..ebbene le 286 euro fanno reddito ..non avuto l’aumento dell’invalidità x eccessi di 600 euro di reddito e giusto??”

Francesca: “Spett.le ministro Erika Stefani noi invalidi parziali siamo un esercito di invisibili abbandonati dalle istituzioni e dalle politiche sociali. Provi lei a vivere con €286. Non c’è ne lavoro ma soprattutto la salute. Siamo stanchi di essere presi in giro. Aumento pensione invalidità subito ne vogliamo parlare“.

Marelli:”Se non aumentano la pensione, mascherine trasparenti, come si potranno acquistare. Tutti fanno i conti a casa propria. Molte sono le rinunce”.

Franca:Gentile Erika Stefani, noi attendiamo con ansia che aumentiate le pensioni da €286 a 561 anche per le pensioni dal 74 al 99% per gli invalidi parziali, perché con €286 al mese non si può andare avanti, questa è istigazione al suicidio… Aiutateci siamo pure chiusi a casa

Confidiamo l’appello con cada nel vuoto e che i disabili possano essere ascoltati affinché dopo vaccini e mascherine, la seconda priorità del Ministro Stefani possa essere, come da loro richiesto, l’estensione della platea degli invalidi che potranno beneficiare dell’aumento della pensione, ricomprendendo dunque anche i disabili parziali dal 74-99& o gli invalidi totali senza alcun paletto relativo al reddito del coniuge.

 

Newsletter