Dalla Regione 40 mila euro per la lingua dei segni a Cossato. Chiorino: “Nessuno deve rimanere escluso”

0
78 Numero visite

Precisa ancora l’assessore all’Istruzione: “Si tratta di un’azione molto importante per aiutare le persone sorde. La Lingua Italiana dei Segni è infatti, per i non udenti, l’unico mezzo di comunicazione”.

E’ stata rinnovata, per l’anno in corso, la convenzione con l’Istituto Comprensivo di Cossato per il progetto “Bilinguismo lingua italiana dei segni (LIS) per l’integrazione di alunni sordi nella scuola comune”. La spesa approvata dalla Regione, su proposta dell’assessore regionale all’Istruzione, Elena Chiorino, nella Giunta che si è tenuta questa mattina in Piazza Castello, a Torino, è di 40mila euro.

Si tratta di un progetto molto importante, iniziato nel 1994 nella scuola dell’infanzia e successivamente ampliato alla scuola primaria alla scuola secondaria di primo grado e poi alle scuole superiori. Soddisfazione, per il finanziamento dell’insegnamento della LIS, è stata espressa dall’assessore Chiorino: “Si tratta di un’azione molto importante per aiutare le persone sorde. La Lingua Italiana dei Segni è infatti, per i non udenti, l’unico mezzo di comunicazione. Si tratta di un linguaggio che si esprime attraverso il canale visivo-gestuale e che comprende anche mimica facciale e posturale”.

“La delibera approvata oggi – prosegue Chiorino – conferma l’interesse della Regione per l’insegnamento e la diffusione della Lingua Italiana dei Segni e, più in generale, per l’abbattimento tutte le barriere fisiche, ma anche linguistiche, che impediscono alle persone con disabilità di poter accedere a tutti gli strumenti utili per la loro formazione e per il loro percorso lavorativo. Nessuno deve essere lasciato indietro”.

La LIS, infatti, è una vera e propria lingua, una delle numerosissime lingue dei segni esistenti al mondo. Le lingue dei segni sono lingue a tutti gli effetti, dotate di grammatica e sintassi proprie, e utilizzate quotidianamente da moltissime persone sorde. E la scuola di Cossato è un’eccellenza, da 25 anni, nell’insegnamento di questo fondamentale strumento di comunicazione. L’assessore Chiorino ha annunciato che, dal prossimo anno, le risorse per il finanziamento dell’insegnamento della LIS verranno stabilizzate, per garantire la continuità del progetto, a tutto vantaggio degli allievi interessati e delle loro famiglie.

comunicato f.f.

 

http://www.newsbiella.it/

Newsletter