Merano, uno sguardo sul mondo dei sordi

0
37 Numero visite

Il Comune di Merano ha finanziato la stampa di un opuscolo che spiega, in breve, alle persone udenti il mondo dei sordi, le loro abitudini, la loro cultura.

Il progetto è stato presentato questa mattina in una conferenza stampa svoltasi in municipio dal sindaco Paul Rösch, dall’assessore ai servizi sociali Stefan Frötscher e dall’insegnante di Lingua dei segni Veronika Wellenzohn-Kiebacher, Helga Wallnöfer e Julia Gamper.

“Riuscire a osservare il mondo anche dal punto di vista dei suoi simili è una facoltà caratteristica dell’essere umano. Più completa è l’esperienza che facciamo di ciò che ci circonda, meglio riusciamo a comprendere le altre persone.

Il Comune di Merano vuole offrire a tutte le cittadine e a tutti i cittadini interessate/i la possibilità di conoscere un mondo particolare, un mondo che molti di noi solo a fatica riescono a immaginare: quello delle persone sorde. Chi vive senza poter contare sul senso dell’udito si deve confrontare con diverse sfide.

Questo Datei herunterladen: PDFopuscolo, oltre a fornire interessanti informazioni sulla sordità, propone anche consigli utili per affrontare e gestire al meglio la comunicazione con persone sorde nella vita di tutti i giorni“, hanno spiegato il sindaco Paul Rösch e l’assessore ai servizi sociali Stefan Frötscher.

“L’opuscolo è stato ideato in collaborazione con il Centro di formazione e comunicazione KommBi di Innsbruck che, assieme all’Unione tirolese delle persone non udenti, ha redatto e pubblicato il libretto Einblick in die Welt der Gehörlose (“Uno sguardo sul mondo dei non udenti”), punto di riferimento e fonte di ispirazione per la pubblicazione finaziata dal Comune di Merano. Le informazioni sono state adeguate e integrate tenendo conto delle caratteristiche della realtà altoatesina”, hanno chiarito Wallnöfer e Wellenzohn.

Giornata della Lingua dei segni: in programma due film

Convivere con la sordità: è questo il tema di Datei herunterladen: PDFdue pellicole che in occasione della Giornata della Lingua dei segni – lunedì 23 settembre – verranno proiettate, a ingresso libero, al cinema Ariston.

Previste altre iniziative di sensibilizzazione

“Vogliamo continuare a dare il nostro contributo per risolvere le difficoltà che le persone sorde o con problemi di udito incontrano nella vita quotidiana. Con ulteriori progetti intendiamo sensibilizzare l’opinione pubblica ed eliminare le barriere nella comunicazione, in modo tale che i non udenti possano prendere parte più pienamente alla vita sociale della nostra comunità”, ha dichiarato Frötscher.

Un esempio: l’insegnante di Lingua dei segni Veronika Wellenzohn-Kiebacher è stata di recente incaricata di tenere un corso di formazione di una giornata per trasmettere al personale comunale le nozioni basilari sulle modalità di comunicazione con le persone sorde.

https://www.lavocedibolzano.it

Newsletter