Il Pd a sostegno della “spesa sociale”: dai lavoratori ai sordi, dai ciechi alle attività sportive

0
116 Numero visite

“Ho presentato un pacchetto di emendamenti alla finanziaria che partono da un presupposto: la spesa sociale non si tocca! Per questo ho proposto il ripristino del contributo, con una somma pari a quella del 2018, per l’Unione Italiana Ciechi, Istituto Gioeni, Centro regionale Helen Keller, Istituto Florio e Salamone, Ente protezione ed assistenza sordomuti, Stamperia Braille, centro addestramento cani-guida per ciechi di Catania”. Lo dice Antonello Cracolici, parlamentare regionale del PD.

Palazzo dei Normanni

“Accanto a queste misure – aggiunge – ho proposto emendamenti che prevedono un vitalizio per i talassemici, fondi per le comunità alloggio per soggetti dimessi dagli ex-ospedali psichiatrici, sostegno ai Comuni per le spese dei ricoveri dei minori disposti dalle autorità giudiziaria, spese per le attività sportive universitarie. Altri riguardano i lavoratori stagionali dei Consorzi di bonifica, gli addetti alla meccanizzazione agricola dell’Esa, i lavoratori dei vivai Paulsen ed il bacino dei Pip. C’è inoltre il mio impegno per mantenere le garanzie occupazionali dei lavoratori forestali”.

“In ogni caso – conclude Cracolici – resto convinto che sia necessario prorogare l’esercizio provvisorio ed avere più tempo per negoziare con lo Stato la possibilità di spalmare il debito di 380 milioni non in due ma in trent’anni. Davvero non si comprende l’ostinazione del presidente Musumeci nel volere paralizzare la Regione”

http://gds.it

Newsletter