Forza Italia: “Questa non è una città per disabili. Basta slogan, si faccia qualcosa”

0
685 Numero visite

Con l’aiuto del responsabile regionale dipartimento disabilità di Forza Italia Marco Becattini, storico attivista fiorentino per i diritti dei disabili, il gruppo Forza Italia di Campi Bisenzio, oggi pomeriggio, ha passato al setaccio alcune vie del paese e del centro storico, con l’obiettivo di mettere in atto una verifica concreta sulla possibilità di fruizione di luoghi e spazi comuni da parte dei diversamente abili.

disabilità-13

 

Chi meglio di chi vive la disabilità quotidianamente può valutare, giudicare, dare suggerimenti per migliorare e facilitare la loro fruizione e dire se i soldi dei cittadini in materia di abbattimento delle barriere architettoniche siano o no stati spesi in maniera efficace? Per questo, Marco Becattini, militante per i diritti dei disabili fiorentino e responsabile dipartimento disabilità Regione Toscana Forza Italia, è stato invitato dal Capogruppo di Forza Italia Paolo Gandola e dalla Coordinatrice Elisa Lotti.

Becattini, 43 anni, è disabile sin dalla nascita: la sua è una battaglia quotidiana per garantire a chi, come lui, si scontra ogni giorno con le barriere architettoniche rappresentate da scalini, porte troppo strette, varchi inaccessibili e dall’assenza di sistemi ausiliari (ascensori) per utilizzare i servizi pubblici. Marco, accompagnato dal Capogruppo Gandola, la Coordinatrice Lotti, la Consigliera comunale Martinuzzi, il Consigliere Valerio e il Responsabile dei giovani azzuri Angelo Victor Caruso, ha iniziato il suo tour da Via Rossini, proseguito nella inaccessibile Via Puccini e poi in Via Masaccio diretti in Piazza Aldo Moro.

Totalmente sbarrati i marciapiedi di Via Sanzio, ci siamo recati in Villa Rucellai dove le ruote della carrozzina di Becattini si sono arenati nella ghiaia. Il tour, poi, tra zig-zag vari è proseguito in Via XXV Aprile, Piazza Ballerini, Piazza Fra’ Ristoro, Via XXIV Maggio (totalmente inaccessibile) e Via Santa Maria dove Marco è dovuto tornare a marcia indietro per aver trovato un’auto parcheggiata direttamente sul marciapiede. Infine, la visita di Piazza Gramsci ed il ritorno in Piazza Dante e Villa Rucellai. Un vero inferno di buche e marciapiedi troppo alti per essere saliti o scesi con la carrozzina.

“La visita del responsabile dipartimento disabilità Regione Toscana Forza Italia, ha poi dichiarato in conferenza stampa la coordinatrice azzurra Elisa Lotti, è stata un’ispezione di grande utilità perché ci ha permesso di valutare con occhi nuovi ed esperti i luoghi più centrali del paese e valutare le cose ben oltre le competenze tecniche e oltre le norme in vigore in materia di abbattimento barriere architettoniche.

Marco Becattini, già avvertito da alcuni amici disabili sulle problematiche che avrebbe riscontrato nel territorio campigiano, alla fine del tour ha espresso tutta la sua amarezza: ho riscontrato una Città da terzo mondo. Dalla carenza di manutenzione nei luoghi pubblici va ad aggiungersi l’enorme numero di barriere, quali ad esempio i dislivelli presenti nella maggior parte dei casi agli ingressi degli esercizi commerciali.

Adesso basta, ha dichiarato Chiara Martinuzzi, basta slogan e basta briciole come i 20 mila euro destinati all’amministrazione per il progetto “Acces Lab”. Oramai da anni noi di Forza Italia ci stiamo occupando della tematica. Approvata all’unanimità la nostra Mozione per istituire i Peba , (il “Piano di eliminazione delle barriere architettoniche”) la Mozione è rimasta lettera morta senza che l’amministrazione vi desse esecuzione e, quindi, dopo oltre 30 anni Campi non si è dotata di tali piani.

Ricordiamo, poi, che la maggioranza si espresse nel 2015 negativamente alla nostra proposta di istituire il garante dei disabili. Serve cambiare radicalmente rotta. Per questo motivo, ha dichiarato Gandola, lanciamo oggi la proposta di istituire anche a Campi il Disabily Manager un ruolo che ha trovato una prima legittimazione istituzionale nel 2009 grazie al “Libro bianco su accessibilità e mobilità urbana – Linee guida per gli enti locali” a cura del tavolo Tecnico istituito tra Comune di Parma e Ministero del Lavoro, della salute e delle Politiche Sociali allora guidato dal ministro Sacconi.

Per cambiare radicalmente passo sul tema della disabilità occorre creare un punto di riferimento per la città sul tema ponendo particolare attenzione al tema dell’accessibilità non solo degli spazi fisici ma anche e soprattutto delle attività sociali, culturali, sportive e ricreative con l’obiettivo concreto di progettare una città ‘per tutti’, fruibile in tutte le situazioni della vita quotidiana.

Ci deve essere una stretta sinergia e integrazione tra il settore pubblico e il privato nella pianificazione e attuazione degli interventi e per questo riteniamo sia importante istituire all’interno dell’organizzazione dell’Amministrazione comunale di Campi la figura del Disability Manager che non si dovrà occupare solamente del Comune, ma sia figura di raccordo con tutta la città. Il tema dell’accessibilità è importante sul piano culturale per incrementare la consapevolezza della comunità sul tema della disabilità”.

La nuova figura, adeguatamente formata, dovrebbe essere selezionata tra il personale dipendente già incardinato nel nostro ente svolgendo le proprie funzioni in modo intersettoriale una figura di carattere tecnico, con una funzione di raccordo, stimolo e promozione di ogni genere di iniziativa che favorisca l’accessibilità e fruibilità dei servizi comunale e la partecipazione dei cittadini con disabilità.

Ci auguriamo, ha concluso il Vice Presidente del consiglio comunale Roberto Valerio, che tale proposta concreta, realizzabile e a costo zero per il nostro ente, possa essere effettivamente approvata e istituisca. Un appello che rivolgiamo anche alla lista civica Emiliano Fossi dove è presente un consigliere comunale disabile dal quale, francamente, ci aspettavamo molto di più per la causa dei disabili e chi come lui, combatte tutto giorni contro le barriere architettoniche e culturali.

Fonte: Forza Italia – Campi Bisenzio

http://www.gonews.it

Newsletter