Come andare in pensione con Quota 41 per Legge 104 a qualsiasi età

0
612 Numero visite

I lavoratori che assistono un familiare con disabilità certificata ai sensi della Legge n. 104/92 possono fruire di una formula di pensione anticipata.

Si tratta della Quota 41 che offre al cosiddetto caregiver una soluzione di uscita precoce dal mondo del lavoro al fine di assistere il parente in stato di bisogno. Al fine di accedere a tale trattamento è necessario possedere uno specifico montante contributivo che di seguito illustriamo nel dettaglio. Non è invece determinante il requisito anagrafico che prescinde dall’acquisizione del diritto al trattamento. Vediamo dunque come andare in pensione con Quota 41 per Legge 104 a qualsiasi età.

Quando presentare domanda per Quota 41 nel 2021?

Come accade ogni anno, il primo di marzo si è chiusa la finestra di presentazione della prima trance di domande per Quota 41. Tuttavia, coloro che intendono sfruttare la formula nel corso dell’anno, possono ugualmente presentare una richiesta tardiva non oltre il 30 di novembre. In questo caso, si accolgono le domande in misura alle risorse finanziarie residue che ogni anno si destinano alla formula. Fatte queste precisazioni, è utile verificare anzitutto se l’aspirante pensionato ha tutte le carte in regola per accedere alla pensione anticipata. Come andare in pensione con Quota 41 per Legge 104 a qualsiasi età? Quando parliamo di applicazione della formula al caregiver, è necessario considerare gli specifici requisiti che si richiedono per tale categoria.

Come andare in pensione con Quota 41 per Legge 104 a qualsiasi età?

I lavoratori che possono accedere alla Quota 41 sono quelli che risultano anzitutto iscritti all’Assicurazione Generale Obbligatoria o alle formule sostitutive o inclusive della stessa. Il requisito principale della soluzione pensionistica è sicuramente rappresentato dal numero e dalla tipologia di contributi, oltre che dalla tipologia di lavoratore. Può presentare domanda di pensione con Quota 41 chi possiede: anzianità contributiva al dicembre 1995 e può far valere almeno 12 mesi di contributi effettivi versati prima del compimento del 19° anno di età; perfezionamento di 41 anni di contribuzione entro il 31 dicembre 2026.

Tali condizioni non risentono di un limite anagrafico, ecco perché si può optare per Quota 41 a qualsiasi età purché si possieda il montante contributivo necessario. Nel caso del caregiver, questi deve dimostrare di assistere il familiare disabile ai sensi della Legge 104/92, art. 3, comma 3, da almeno 6 mesi. Attenzione anche alla richieste sullo stato di convivenza con il familiare titolare di Legge 104. Nell’articolo “Per andare in pensione con Quota 41 per Legge 104 serve la convivenza con il disabile?” abbiamo indicato quali soluzioni ammette la normativa. La formula che abbiamo illustrato, ricordiamo, è applicabile tanto per i lavoratori dipendenti quanto per gli autonomi.

 

Newsletter