Assunzione disabili: nuove sanzioni nel correttivo Jobs Act

0
900 Numero visite

La bozza di decreto correttivo del D.Lgs. n. 151 del 2015, attuativo del Jobs Act e recante semplificazioni per professionisti e datori di lavoro, ridetermina la sanzione prevista in caso di elusione degli obblighi di assunzione in materia di collocamento mirato delle persone con grave disabilità.

In particolare, il datore di lavoro che non ottempera alla copertura delle quote di assunzione obbligatorie sarà soggetto ad una sanzione amministrativa pari a cinque volte la misura del contributo esonerativo da versare al Fondo per il diritto al lavoro dei disabili.

Alfredo Casotti – Consulente del lavoro e Revisore contabile in Viareggio Maria Rosa Gheido – Consulente del lavoro e Dottore commercialista in Alessandria

disabile-computer-lavoro-pc-latina-87552La bozza di decreto correttivo delle misure contenute nel D.Lgs. n. 151 del 2015 ridetermina le sanzioni a carico dei datori di lavoro che non assolvono gli obblighi di assunzione derivanti dalla legge 12 marzo 1999, n. 68, in materia di collocamento mirato delle persone con grave disabilità.
In particolare, è sensibilmente aumentata la sanzione prevista dall’articolo 15, comma 4, di detta legge che è, attualmente, di euro 62,77 per ogni giorno lavorativo durante il quale risulti non coperta, entro 60 giorni da quando è sorto l’obbligo, la quota di assunzioni obbligatorie.

Nuovo quadro sanzionatorio

Con la modifica contenuta nella bozza del decreto correttivo al Jobs Act, la sanzione viene ancorata all’importo del contributo esonerativo da versare al Fondo per il diritto al lavoro dei disabili di cui all’articolo 13 della legge n. 68, pari a 30,64 euro per ogni giorno lavorativo per ciascun lavoratore con disabilità non occupato. Con l’entrata in vigore delle modifiche, pertanto, il datore di lavoro che non ottempera puntualmente alla copertura delle quote di assunzione obbligatorie sarà soggetto ad una sanzione amministrativa pari a cinque volte la suddetta misura del contributo esonerativo, e quindi ad euro 153,20 per ogni giorno di scopertura e per ciascun disabile non assunto.
Newsletter