Caserta, 50enne muore causa variante inglese: era già vaccinato

0
46 Numero visite
Il tragico episodio nel casertano (Getty Images)

Muore a Maddaloni, in provincia di Caserta, un uomo di 50 anni a causa della variante inglese. Stando alle indiscrezioni era già vaccinato contro il Covid.

di Loris Porciello

Un caso di variante inglese pochi giorni fa era stato individuato nel piccolo comune di Pietravairano, in provincia di Caserta. L’uomo che ha contratto la pericolosa variante aveva 50 anni ed in pochissimi giorni ha visto la sua condizione peggiorare. Infatti nella giornata di ieri c’è stato addirittura il ricovero all’ospedale di Maddaloni, a causa delle gravi condizioni. La cosa sorprendente, però è che l’uomo era già vaccinato contro il virus.

Infatti, prima di perdere la vita, l’uomo aveva ricevuto la doppia somministrazione del vaccino, ma questo non è bastato. Il caso potrebbe rimettere in dubbio l’efficacia del vaccino contro la variante inglese. Stando alle prime notizie di Ema e Fda, infatti, il siero di Pfizer/BionTech è efficace contro la variante inglese. Resta quindi da scoprire il vaccino somministrato all’uomo. Andiamo quindi a vedere il comunicato del sindaco di Pietravairano.

Caserta, variante inglese a Pietravairano: il comunicato della sindaca

Subito dopo la notizia della scomparsa, è intervenuta attraverso i canali social, la sindaca di Pietravairano, Marianna di Rubbio. Infatti con un lungo comunicato, la prima cittadina ha deciso di esprimere le proprie condoglianze ed il proprio cordoglio alla famiglia dell’uomo morto a causa della variante inglese. Nel lungo posto. Di Rubbio ha spiegato come la situazione contagi sia delicata in tutto il paese, affermando di cercare di capire se ci siano altri casi all’interno del comune.

Poi la sindaca ha pubblicato un’ordinanza in cui è prevista la sospensione della didattica in presenza fino al 6 marzo e la chiusura del cimitero locale. Ovviamente non mancano le raccomandazioni sul rispetto del distanziamento sociale e la sospensione del mercato. Nel piccolo comune casertano, dall’1 febbraio al 23 dello stesso mese sono stati rilevati 40 casi che vanno a sommarsi ai cinque positivi pregressi. Inoltre tra i ricoveri si annovera un altro cittadino di Pietravairano.

 

Newsletter