Concordiamo con l’obbligo, imposto dal Comune di Cagliari ai cittadini, di indossare le mascherine protettive per fare la spesa. E’ il momento di evitare al massimo eventuali contagi, e tutte le misure di contenimento sono utili. Lo hanno capito in Lombardia, dove è vietata qualsiasi uscita di casa senza mascherina. Vanno benissimo anche quelle autoprodotte, che possono sempre essere imbottite con filtri e carta da forno. Auspichiamo però che il Comune aiuti i cittadini a reperire sia i materiali per autoprodurle, sia le mascherine giĂ  esistenti, con una bacheca virtuale aggiornabile in diretta, che metta in comunicazione produttori artigianali volontari di mascherine, venditori professionali e semplici cittadini che vogliono acquistarle, elencando il tipo di mascherine con foto, eventuale conformitĂ  agli standard di legge, quantitativi disponibili e prezzi, in modo da tenere sotto controllo i costi e permettere ai cittadini di capire dove reperirle e potersi attrezzare per non violare l’ordinanza sindacale in modo dignitoso e il meno costoso possibile per la popolazione. Evitando, inoltre, che anche a Cagliari si producano gli eccessi di “fai da te” visti in tutto il mondo in questi giorni.

Daniele Caruso – Segretario Regionale – Movimento Sociale Sardo- Destra Regionale 

Newsletter