Corso di Lingua Lis nelle scuole

0
844 Numero visite

Publiredazionale Eurosofia – Il linguaggio Lis non è mai stato inserito nei programmi scolastici sebbene possa rappresentare una possibilità non solo di miglioramento della qualità della vita degli alunni non-udenti, ma per creare aggregazione attraverso una nuova sperimentazione condivisa. Inserire una lingua dei segni consente di dialogare con persone sorde senza relegarle ad una dimensione ghettizzante, ma consentendo una comunicazione fluida e l’arricchimento reciproco.

Anche gli alunni senza problemi uditivi imparano a descrivere il mondo in altri modi, predisponendosi ad una visione più ampia dell’empatia.

Eurosofia, che da anni si prodiga per svolgere un’azione di sensibilizzazione e diffusione della Lis, offre un servizio di formazione agli alunni e ai docenti all’interno delle scuole.

Ha già attivato un innovativo percorso di orientamento Lis per alunni, in collaborazione con il Liceo Linguistico Ninni Cassarà. L’istituto scolastico ha scelto di offrire ai suoi alunni una grande opportunità, per imparare, all’interno dell’istituto scolastico e agevolare l’integrazione, aprirsi a nuove frontiere della comunicazione linguistica senza barriere o pregiudizi. Un istituto linguistico che inserisce il linguaggio dei segni tra le attività scolastiche in un progetto di alternanza scuola-lavoro sensibilizza gli alunni e gli offre una formazione senza confini geografici e senza pregiudizi legati ad una disabilità che non deve diventare disagio sociale o motivo di esclusione.

La Lingua Italiana dei Segni è la lingua che viene utilizzata dalle persone sorde per comunicare sia tra di loro che con gli udenti; le ricerche linguistiche dimostrano che la LIS è una lingua a tutti gli effetti, in grado di esprimere contenuti al pari di tutte le altre lingue segnate e vocali.

Questa lingua è composta da un sistema di simboli (segni) e di regole grammaticali che mutano nel tempo e utilizza il canale visuo-gestuale, ovvero il canale comunicativo integro nelle persone sorde. Sono presenti diversi tipi di lingue dei segni per le diverse parti del mondo (Italia, America, Spagna etc.). Il sistema scolastico attuale prevede l’obbligo per l’inclusione di alunni con disabilità più o meno gravi, all’interno dell’ambiente classe. I problemi però riscontrati sono diversi, come per esempio, in linea di massima, il fatto che i docenti ed i compagni non sappiano comunicare con l’alunno sordo e che, a sua volta, l’alunno sordo non comprenda ciò che l’insegnante dice. Chi potrebbe davvero aiutare l’alunno sordo è l’insegnante di sostegno, ma il numero di insegnanti di sostegno che conoscono la LIS è molto limitato Il corso intende fornire le conoscenze fondamentali per affrontare le situazioni di sordità a scuola, per attuare strategie di comunicazione e di inclusione, il cui lavoro si svolge in team con i docenti di sostegno, il corpo docenti, i genitori, gli specialisti che seguono i minori e soprattutto è un modo per facilitare il processo di socializzazione con i coetanei.

Questa sperimentazione per Eurosofia è una buona prassi da diffondere anche in altri contesti geografici e tipologie di scuole. Eurosofia ha inoltre attivato per tutti i docenti un corso di aggiornamento professionale da 40 ore, riconosciuto dal Miur dal titolo:

“LIS: Lingua Italiana dei Segni per l’inclusione sociale”

Il corso ha l’obiettivo di:
• Sensibilizzare nell’utilizzo di strategie educativo-didattiche per garantire adeguata comunicazione e passaggio di informazioni tra l’alunno sordo e le altre figure del contesto scolastico;
• Fornire i principali elementi per sviluppare le competenze tecniche e strutturali della comunicazione visivo – gestuale, per poter svolgere professionalmente ed autonomamente il proprio lavoro, anche in presenza di persone non udenti.

Il corso è fruibile in modalità elearning. Per visualizzare la scheda tecnica o per iscriverti al corso vai al seguente link. Per strutturare un progetto formativo sul linguaggio Lis in collaborazione con Eurosofia invia un’email a segreteria@eurosofia.it o contatta i numeri 091-7098311 – 0917098357

Homepage

Notizie via email