Disabile, nera e trans: chi è Aaron Rose Philip, la modella di Moschino che abbatte ogni barriera

0
33 Numero visite
Pubblicità

Anche se la moda negli ultimi anni sta facendo qualche passo verso l’inclusione di modelle transgender e diverse dai soliti canoni di bellezza, l’arrivo di Aaron Rose Philip ha avuto l’impatto di un uragano: trans, nera e disabile. Eppure, contro ogni pronostico, ce l’ha fatta: ha firmato un contratto da modella per un’importante agenzia internazionale e ha sfilato per Moschino.

Pubblicità

A cura di Beatrice Manca

Ecco la sua storia

Immaginate cosa vuol dire nascere con una paralisi cerebrale. Immaginate cosa significhi fare coming out come donna transgender quando si è costretti su una sedie a rotelle. Immaginate infine di sognare una carriera nel mondo della moda, un’industria dominata da corpi scolpiti, abili, molto spesso bianchi e magri. Anche se la moda negli ultimi anni sta facendo qualche passo verso l’inclusione di modelle transgender e diverse dai soliti canoni di bellezza, l’arrivo di un a ragazza come Aaron Rose Philip ha avuto comunque l’impatto di un uragano: trans, nera e disabile. Eppure, contro ogni pronostico, Aaron ce l’ha fatta: ha firmato un contratto da modella per un’importante agenzia internazionale (Elite Model Management) e alla New York Fashion Week ha ottenuto la sua prima passerella importante, sfilando per Moschino.

Aaron Rose con Gigi Hadid nel backstage della sfilata Moschino

La storia di Aaron Rose, modella disabile

Aaron Rose è nata ad Antigua e si è trasferita negli Stati Uniti all’età di tre anni: da bambina le è stata diagnosticata una paralisi celebrale che l’ha costretta su una sedia a rotelle. Dal Bronx, dove viveva, sognava il mondo delle sfilate e della moda: un universo ancora troppo chiuso, troppo esclusivo per una donna nera e disabile. Figuriamoci per una donna nera e disabile che a 18 anni fa coming out come transgender. Ma Aaron Rose aveva uno strumento formidabile: la sua voce. Quando aveva solo 12 anni ha iniziato a raccontare la sua malattia su Tumblr, e il suo blog è stato notato dall’allora ceo David Karp. Ma il debutto nel mondo della moda è arrivato da uno scatto virale postato sui social, che ha acceso i riflettori su di lei.

La modella disabile Aaron Rose Philip

Aaron Philip sta cambiando l’industria della moda

La sua tenacia, la sua dedizione, la sua capacità di amarsi oltre gli stereotipi alla fine hanno pagato: ha lavorato per Asos e H&M e ha firmato un contratto con la Elite Model Management. Dalle campagne alle passerelle: dopo aver sfilato per la collezione Autunno/Inverno 2021 di Collina Strada ora ha animato la New York Fashion Week calcando la passerella di Moschino, con un tailleur giallo acceso. Commossa ed emozionata, ha condiviso il suo successo sui social: “Non riesco a trovare le parole adesso, ma le troverò presto…per il momento voglio solo dire grazie, vi voglio bene. La mia vita è cambiata”. Aaron Rose non vuole essere definita un’attivista, ma sui social parla spesso di quanto potrebbero fare le persone disabili, se venissero accolte nel mondo del lavoro. Lei, con la sua semplice presenza, con il suo corpo, ha avuto un impatto deflagrante nell’industria della moda: l’augurio per il futuro è che non sia l’eccezione, ma la regola.

 

Notizia