Regno Unito, dipinge strisce pedonali per moglie disabile: multato

0
22 Numero visite

Nel Regno Unito, un uomo è stato multato per aver dipinto delle strisce pedonali al fine di consentire alla moglie disabile di attraversare in sicurezza.

Un uomo, residente in Gran Bretagna, è stato sanzionato per aver dipinto delle strisce pedonali in prossimità della sua abitazione, in modo tale da poter consentire alla moglie disabile di attraversare la strada in piena sicurezza.

Disegna strisce pedonali per moglie disabile

Laurie Phillips, un pensionato di 78 anni originario di Christchurch, nel Regno Unito, ha ricevuto una multa di importo pari a 130 sterline per aver disegnato delle strisce pedonali che agevolassero l’attraversamento dei pedoni. L’uomo, protagonista della vicenda, aveva più volte presentato richieste agli enti locali affinché mettessero in sicurezza la strada collocata nelle vicinanze della propria casa, sollecitando il loro intervento. Le segnalazioni, tuttavia, sono state costantemente ignorate e, per questo motivo, il 78enne ha deciso di risolvere autonomamente il problema.

Il pensionato ha dichiarato ai media locali che, dopo aver introdotto la nuova segnaletica stradale, non solo gli automobilisti avevano provveduto a rispettare le indicazioni fornite ma anche il transito pedonale era diventato molto più sicuro sia per la moglie 76enne Estelle, costretta a effettuare spostamenti avvalendosi di uno scooter per disabili, che per i bambini e gli anziani residenti in zona.

Le migliorie apportate dal signor Philips e dai suoi vicini, tuttavia, sono state cancellate dai funzionari locali dopo appena quattro giorni dalla loro creazione e hanno portato alla sanzione del 78enne

Pensionato multato, petizione per il ripristino delle strisce

Nonostante l’intervento distruttivo dei funzionari e la multa ricevuta, il pensionato Laurie Philips non si è arreso né sentito sconfitto. L’uomo, infatti, è estremamente determinato a proseguire nella sua lotta finalizzata alla tutela dei pedoni e dei diritti della moglie. A questo proposito, il 78enne ha affermato: «Il consiglio comunale ha avuto mille possibilità di dirmi di non farlo perché ho inviato loro un avvertimento in anticipo. Nessuno ha risposto e questa, per quanto mi riguarda, rappresenta una tacita approvazione. I miei vicini erano tutti molto contenti. Non avevo certo pensato di fare qualcosa di criminale».

Nel frattempo, il signor Philips ha deciso di avviare una petizione con l’obiettivo di far ripristinare le strisce pedonale che ha già ottenuto 100 firme.

L’eco che ha riscosso l’accaduto ha portato il consiglio comunale di Bournemouth, Christchurch e Poole (BCP) a rilasciare la seguente dichiarazione: «Valuteremo attentamente la richiesta per stabilire se sia opportuno creare un attraversamento con strisce pedonali o con un rialzo in quel punto. La sicurezza rimane, come sempre, la nostra preoccupazione principale».

 

Newsletter