Vaccino. Argentin: troppo silenzio sui disabili

0
19 Numero visite

(DIRE) Roma, 20 gen. – “Segnalo ancora una volta la necessita’ di comprendere quando sara’ il momento dei vaccini per le persone con handicap grave e i loro operatori. In Italia, nel Lazio e in tante altre reggioni ancora non si sa nulla di quando verra’ il turno dei disabili e quali criteri di priorita’ verranno adottati.

Le disabilita’ non sono tutte uguali, le patologie come SLA, distrofia muscolare, sclerosi multipla , ed altre che presentano importanti difficolta’ respiratorie debbono avere la priorita’ . Cari amministratori, non lasciate soli i cittadini costretti a causa delle loro malattie ad avere operatori , non solo sanitari ma sociali, che potrebbero portare loro in casa il Virus. Sono migliaia gli individui che rischiano piu’ di altri di contrarre il Covid-19 a prescindere dalla loro eta’ . Serve chiarezza e programmazione, qualcuno se ne occupi e batta un colpo, troppo silenzio, aspetteremo il nostro turno ma almeno approssimativamente dateci delle date.

Non si puo’ parlare di integrazione ed inclusione sociale senza dare le giuste coperture a chi e’ costretto , anche per gli atti piu’ elementari della vita quotiniana, ad essere assistito. Non privileggi ma diritto alla salute, questo ci aspettiamo dal governo centrale e nel Lazio da Zingaretti e dalla Raggi”. Lo dichiara in una nota la presidente dell’ Associazione Laziale Motulesi (ALM) Ileana Argentin. (Vid/ Dire) 11:53 20-01-21 NNNN

 

Newsletter