Tessere Amt per disabili: adesso serve verbale Inps, Anastasi propone autocertificazione

0
19 Numero visite

Con il regolamento per il decentramento la raccolta dei moduli per la tessera del trasporto pubblico avviene nei municipi ma agli utenti è stata richiesta anche copia del verbale 104 attestante l’invalidità

Urbano molte funzioni sono passate ai sei municipi di Catania. Tra queste anche la raccolta delle istanze per chiedere la tessera Amt gratuita destinata ai diversamente abili. Sino a qui tanto di guadagnato per i cittadini ma è emersa una problematica che rischia di rallentare la “catena”: infatti gli uffici hanno richiesto anche il verbale Inps attestante la percentuale di disabilità che deve essere pari o superiore al 67%.

Sulla questione è intervenuto il consigliere Sebastiano Anastasi, presidente della commissione che si occupa anche di decentramento: “La possibilità di poter presentare l’istanza nei municipi è senza dubbio un passo in avanti per i cittadini e un ulteriore servizio che le sei municipalità svolgono. Però è arrivata quest’anno la richiesta del verbale di legge 104 dell’Inps sia per le nuove emissioni sia per i rinnovi. Ciò ha comportato dei disagi specie per le persone anziane che da tempo hanno la tessera e debbono semplicemente rinnovarla. Spesso il certificato non riescono a ritrovarlo e sono costretti a chiederlo all’Inps e a rivolgersi agli uffici. Questo causa disagi e provoca ulteriori assembramenti che sarebbe meglio evitare”.

Per questa ragione il consigliere Anastasi ha chiesto di utilizzare il sistema dell’autocertificazione: “E’ doveroso che vi siano dei controlli ma intanto, specie per i rinnovi, si può procedere tramite l’autocertificazione e il controllo poi a posteriori congiunto effettuato dal Comune e dall’Inps”. Visto che si andrà incontro alla prossima scadenza della presentazione delle domande per le tessere Amt la questione è di scottante attualità. Nei prossimi giorni il presidente della commissione decentramento terrà un’audizione invitando anche l’assessore al ramo Alessandro Porto.

A Catania Today lo stesso asessore ha detto di stare lavorando sulla questione: “Si tratta di una procedura burocratica degli uffici e vi sarebbe una sentenza che obbligherebbe ad allegare anche il certificato Inps. Stiamo studiando con i dirigenti amministrativi il problema”.

Newsletter