Messina: studentessa del Maurolico vincitrice del concorso nazionale “Diversamente Uguali”

0
28 Numero visite

Con il racconto “Disegnare sull’aria”, l’alunna Gaia Fazio della IV B del Liceo Maurolico di Messina è la vincitrice della terza edizione del concorso nazionale “Diversamente uguali: la disabilità vista con gli occhi di bambini e ragazzi” organizzato dall’associazione “Uniti per crescere” con la seguente motivazione: “Un testo dallo stile maturo, che con sottile ironia e un sapiente uso dei dialoghi e delle metafore racconta la solitudine, il senso d’inadeguatezza, la necessità di comunicare la rabbia del narratore che, per la propria sordità, ha una percezione differente del mondo. Ma alla fine la capacità di condivisione è sempre dietro l’angolo”.

Il presidente dell’Associazione Giorgio Perilongo assieme al consiglio direttivo e alla giuria – presieduta da Luigi Dal Cin e composta da Elisa D’Este, Roberta Favia, Roberto Parmeggiani e Carla Ravazzolo – si sono complimentati con la studentessa per l’originalità dell’elaborato e lo stile, invogliandola ad approfondire l’attitudine per la scrittura. L’associazione “Uniti per crescere” (con sede a Padova) che da più di dieci anni è al fianco di bambini e ragazzi affetti da patologie neurologiche e psichiatriche, crede nell’importanza di promuovere la cultura della disabilità per superare pregiudizi e paure e costruire una società inclusiva.

Grande soddisfazione è stata espressa dalla dirigente scolastica Giovanna De Francesco e dai docenti d’italiano Maria Rosaria Maisano e religione Costantino Lauria, che hanno seguito la studentessa nella preparazione dell’elaborato. “Passione, sensibilità e grande spirito creativo caratterizza i nostri studenti sempre attenti alle grandi tematiche d’interesse sociale come quella della disabilità”, ha detto la De Francesco ribadendo l’impegno del liceo nella formazione dei giovani protagonisti consapevoli del loro tempo”.

Gaia Fazio sta per terminare l’esperienza di exchange student in Francia presso il College-Lycee St. Martin di Rennes, dove ha svolto un semestre scolastico (da fine agosto ai primi di febbraio) con il Programma “YFU Navigando” distinguendosi per serietà e impegno.

http://www.strettoweb.com/