Firenze, un parapendio per ipovedenti e disabili in carrozzina: esperienza unica

0
212 Numero visite

Immaginate la vita quotidiana dei ragazzi ipovedenti o costretti a vivere in carrozzina, sempre con i piedi saldamente per terra. Ora provate a metterli (assieme ad un pilota esperto) imbragati a fare parapendio e sforzatevi di provare quello che proveranno loro. Impossibile. Possibile invece un’esperienza del genere: si tratta dell’evento “Free2Fly – Abbattiamo le barriere” in programma a Reggello, Firenze, sabato 7 luglio.

L’obiettivo è sottolineare il diritto alla mobilità nell’ambiente urbano (e non solo) delle persone affette da disabilità motoria o visiva.

La giornata toscana si aprirà con un convegno e con due assessori che si metteranno in carrozzina per vedere quali barriere architettoniche si devono affrontare. Quindi, nel pomeriggio, il volo vero e proprio.

All’evento parteciperanno atleti di varie discipline con disabilità motoria o visiva. Condurrà Giancarlo Passarella, autore di Dolore No-te, un libro che raccoglie interviste a musicisti e operatori del settore che hanno avuto esperienze dolorose, subito affrontate e risolte. Persone che hanno voluto condividere con i lettori per offrire spunti (non soluzioni) utili ad affrontare una condizione molto comune, ma ancora molto poco curata.

I club di parapendio offriranno (su prenotazione) l’opportunità di provare un volo in tandem, decollando da Massanera per atterrare nel campo sportivo di Reggello (condizioni meteo permettendo). Uno dei piloti, Piergiorgio Camiciottoli, anticipa quello che si proverà sabato: “Sarà un evento incredibile ed una forte dimostrazione che davvero tutto è possibile, una grande scommessa sia per gli organizzatori che per i partecipanti. Abbattere le barriere sarà lo slogan da portare avanti e quale miglior modo di dimostrarlo se non rendendo alla portata di tutti una disciplina considerata estrema e per pochi?”.

http://www.tgcom24.mediaset.it/

Notizie via email