Il Consorzio Sociale Co.In e la Fondazione Santa Lucia per la Giornata Internazionale dei Diritti delle Persone con Disabilità

0
2.800 Numero visite

Ieri martedì 3 dicembre 2013 presso l’ Auditorium della Fondazione Santa Lucia

fondazione-santa-lucia

Via Ardeatina, 354 Roma oltre 500 persone hanno partecipato alla Giornata Internazionale delle persone disabili promossa dal COIN  e dalla Fondazione Santa Lucia. Tra i temi trattatati, quello della Legge 68/99 sul collocamento obbligatorio è puntualmente disattesa vista la totale assenza di controlli. La legge prevede un 7% di assunzioni obbligatorie di lavoratori disabili. Risulta che solo il 6,2% delle aziende occupa un disabile e il 2,2% occupa un disabile psichico.

Al contempo, sulla Legge di stabilità, per il Fondo Nazionale per le Politiche sociali il finanziamento è poco più di 300 milioni per i minori, la disabilità, la famiglia, le emergenze sociali. Oggi si contano  oltre 92.000 unità occupate distribuite in circa 3000 imprese, delle quali  ben 32.000 risultano essere appartenenti a categorie svantaggiate. Si tratta in termini statistici di quasi più del 10% delle persone disabili attualmente occupate sommando il settore pubblico e privato. Imprese costruite con coraggio e pochi mezzi,  che spesso rappresentano  l’unico sbocco all’inserimento lavorativo di persone affette da gravi disabilità. Sono proprio queste imprese, pur nei loro limiti, quelle che oggi, secondo i dati forniti dall’istituto di ricerca e comunicazione Tecnè, contrastano meglio la crisi economica e tengono su l’occupazione.

Ha aperto i lavori il Direttore Luigi Amadio a cui è seguito l’intervento di apertura del Presidente del Consorzio Sociale COIN Maurizio Marotta che ha messo a fuoco le varie criticità che oggi esistono per una piena inclusione delle persone disabili in modo particolare nel lavoro. Particolare attenzione è stata portata sul valore della cooperazione sociale di inserimento lavorativo  a causa dei tagli e sul rischio di involuzione culturale a questo proposito.

Un intervento sicuramente non formale quello del Presidente della Camera On. Laura Boldrini che nel ringraziare il COIN e la Santa Lucia ha posto la questione della disabilità al centro della politica e aggiunto che «la disabilità diventa diversità, diventa handicap, solo quando è marcata dall’egoismo e dall’indifferenza degli altri, solo quando al pieno sviluppo della persona si frappongono le barriere architettoniche e quelle culturali, le difficoltà materiali, l’impossibilità di attivare i propri diritti, l’incertezza sul proprio futuro. In una parola  la solitudine. Ma la Costituzione ci dice che questo non lo possiamo e non lo dobbiamo consentire. Non possiamo consentire che si voltino le spalle di fronte al dramma di milioni di persone con disabilità e a quello delle loro famiglie».

Sono intervenuti l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Roma Rita Cutini e l’Assessore Politiche Sociali e Sport Regione Lazio  Rita Visini, Giuliano Poletti Presidente Nazionale Legacoop, Francesco Rampi Presidente CIV Consiglio di Indirizzo e Vigilanza  INAIL. Per le Associazioni delle persone disabili hanno preso la parola la Fish Nazionale, l’AITA, Augusto Battaglia della Comunità di Capodarco, il Presidente Nazionale ANGLAT  Componente Comitato Esecutivo FAND, l’ Aisa Nazionale e vari altri presidenti e rappresentanti di associazioni di familiari.

Ha chiuso i lavori Mario Dany De Luca Vice Presidente SSD Fondazione Santa Lucia ribadendo le parole chiave del convegno: autonomia, diritti, risorse e lavoro e soffermandosi sulla qualità della vita dei cittadini con disabilità, sui loro diritti all’inclusione sociale e lavorativa e sulla necessità dell’attivazione di risorse per le famiglie.

A cura del CONSORZIO SOCIALE COIN  www.sociale.it

Per info: 065706055 / 065706012 segreteria.presidenza@sociale.it

348.9242721 Irene Ranaldi – Direttrice Responsabile di Sociale.it

(Riccardo Fanales)

Newsletter