In sintesi: online da venerdì 4 a martedì 8 dicembre e nelle librerie torinesi fino al 7 gennaio 2021; 20 lezioni con 24 autori e autrici italiani e internazionali, 34 librerie, 180 editori, oltre 700 titoli.

Vita Nova in estrema sintesi: online da venerdì 4 a martedì 8 dicembre e nelle librerie torinesi fino al 7 gennaio 2021; 20 lezioni con 24 autori e autrici italiani e internazionali, 34 librerie, 180 editori, oltre 700 titoli.

In una contingenza che continua a essere particolarmente difficile per il mondo del libro e della scuola, il Salone Internazionale del Libro di Torino vuole dare un segnale forte, concreto, pratico di vicinanza, supporto e anche di servizio alla filiera e alle scuole.

Dopo il successo di SalTo Extra, primo grande evento letterario interamente online, il Salone torna dunque con Vita Nova: non soltanto una rassegna culturale e letteraria, ma l’inizio di un nuovo percorso da condividere con gli editori, le librerie, le biblioteche e la comunità di lettori, insegnanti, studenti in attesa di Vita Supernova, la XXXIII edizione del Salone nel 2021.

Il Salone del Libro ha dunque pensato a un format inedito, in grado di integrare una strategia vincente di promozione del libro e della lettura, nel rispetto delle disposizioni in vigore per contenere la diffusione dell’epidemia. Vita Nova avrà quindi due anime in una: sarà una grande occasione di incontro e confronto sui canali digitali del Salone, con 20 lezioni di grandi autori e autrici – con una programmazione pensata appositamente per le scuole – che saranno trasmesse da venerdì 4 a martedì 8 dicembre; ma sarà anche un percorso in 34 librerie torinesi, fino al 7 gennaio 2021.

Un programma molto ricco e articolato che è difficile sintetizzare, per questo consiglio di verificare tutte le proposte sul sito della manifestazione.

Vita Nova darà vita, dal 4 dicembre e fino al 7 gennaio, a una grande e importante rete, capace di ritrovare uno spazio fisico, sempre nel pieno rispetto delle normative di sicurezza, comune a libri e lettori: 34 librerie torinesi, indipendenti e di catena, accoglieranno i 180 editori partecipanti, che avranno la possibilità di promuovere oltre 700 titoli in spazi dedicati allestiti ad hoc dalle librerie, anche grazie a del materiale di comunicazione specifico fornito dal Salone del Libro.

Il Buono da Leggere

In questo percorso di supporto alla filiera, ai librai e agli editori, il Salone dedica una importante iniziativa alla promozione della lettura nelle scuole, tra i giovani e i lettori del Salone. Grazie al sostegno della Regione Piemonte il Salone distribuirà 12 mila Buoni da Leggere del valore di 10 euro spendibili nelle 35 librerie torinesi aderenti dal 4 dicembre 2020 al 7 gennaio 2021. Destinatari di questa iniziativa sono i giovani tra i 14 e i 25 anni residenti o domiciliati in Piemonte, oltre ai primi lettori del Salone, sempre domiciliati in Piemonte, che da lunedì 30novembre si iscriveranno a SalTo+, la nuova piattaforma digitale dedicata alla community del Salone. Per i docenti delle scuole d’infanzia, delle scuole primarie e secondarie di primo grado l’iniziativa destina un carnet di dieci buoni per inaugurare o arricchire delle biblioteche di classe, strumento importantissimo per promuovere la lettura fin da piccoli.

Vita Nova aprirà anche una finestra – virtuale, ma reale – sulle Biblioteche: si rinnova, infatti, la collaborazione dell’AIB-Associazione Italiana Biblioteche con il Salone Internazionale del Libro di Torino, grazie al coinvolgimento di tutte le sezioni regionali. Protagonisti saranno i numerosi gruppi di lettura che si sono formati nelle biblioteche italiane, composti in maniera eterogenea da appassionati del libro e della lettura, amanti dell’analisi critica dei testi e del confronto con altri lettori, su temi e filoni letterari, filosofici, storici. Nell’occasione, alcuni rappresentanti rivolgeranno agli scrittori ospiti una domanda sul tema trattato nella loro ‘lectio’: un momento interessante, benché a distanza, di confronto e di incontro con l’autore.

Vita Nova online: il programma delle grandi lezioni

Il titolo scelto, Vita Nova, vuole essere un invito a riflettere sul presente e sul futuro: insieme, riconciliando gli opposti, perché il domani non sarà solo o luminoso o oscuro, e abbiamo bisogno di superare un pensiero dicotomico dove il presente è immutabile e il futuro sembra non arrivare mai. Il Salone del Libro curerà dunque 20 lezioni di grandi autori e autrici italiani e internazionali che ruoteranno attorno a coppie di concetti percepiti come contrapposti con l’obiettivo di dimostrare che la realtà non è un elenco di contrari, ma di elementi che dobbiamo imparare a integrare tra loro, a riconciliare, a vivere uniti.
Le lezioni iniziano il venerdì 4 dicembre e si concludono martedì 8 dicembre.

Vita Nova sarà quindi una tappa del percorso che il Salone vuole intraprendere verso un orizzonte nuovo, da raggiungere costruendo ponti tra elementi, ambiti, mondi che in questo momento percepiamo come alternativi, ma che vanno integrati tra loro per immaginare il mondo di domani. Insieme agli editori che partecipano a Vita Nova, il Salone costruirà una serie di bibliografie tematiche di approfondimento sui temi delle lezioni. Un modo per continuare da soli, ma attraverso i libri, a riflettere sugli opposti su cui lavora il programma della Manifestazione. I consigli di lettura saranno pensati anche per i bambini e i ragazzi.

Grazie alla collaborazione con il Teatro di Roma per la sala dell’Argentina, (Roma), il Teatro La Vicaria (Palermo), il Teatro Arena del Sole (Bologna) – Emilia Romagna Teatro Fondazione, Teatro dell’Elfo (Milano), Teatro Astra (Torino) diverse lezioni di Vita Nova sono trasmesse da alcuni dei teatri più significativi del Paese: in un momento così difficile per la cultura, continuare a stringere alleanze e condividere progetti è, per il Salone e per la comunità culturale italiana tutta, di fondamentale importanza.

Le lezioni saranno tradotte in LIS – Lingua dei Segni Italiana e come tutti gli appuntamenti di Vita Nova verranno trasmessi gratuitamente in live streaming sul sito, sulla pagina Facebook e sul canale YouTube del Salone. Le lezioni saranno poi disponibili anche on demand, a evento concluso, su SalTo+, la piattaforma digitale che il Salone dedica alla sua community: contenuti speciali, approfondimenti, podcast e video on demand per vivere il Salone 365 giorni l’anno.

Uno spazio per lettrici e lettori, e per tutto il mondo delle professioni del libro, con materiali didattici e attività formative. Tra le prime funzionalità attive, in occasione di Vita Nova, da lunedì 30 novembre su SalTo+ docenti potranno registrarsi e prenotare gli appuntamenti per seguire la diretta e interagire con gli ospiti portando le domande dei loro studenti. Su SalTo+ si potrà scaricare inoltre il Buono Libro da spendere nelle librerie torinesi aderenti.
Tutte le lezioni di Vita Nova e Educare alla Lettura saranno disponibili on demand nella media gallery di SalTo+.

L’illustrazione del manifesto di Vita Nova è stata realizzata da Elisa Seitzinger, illustratrice, artista visiva e docente di morfologia e dinamica della forma all’Istituto Europeo di Design di Torino. Il suo percorso, ispirato ai codici stilistici dell’arte classica, dell’arte medievale sacra e cortese, della pittura primitiva, delle icone russe e dei mosaici bizantini, parte sempre dal disegno a china, inseguendo una bidimensionalità e una staticità dalla forte carica simbolica. A conferma della continuità tra Vita Nova e Vita Supernova, Elisa Seitzinger curerà anche l’illustrazione del manifesto ufficiale della XXXIII edizione del Salone.

In occasione del 50esimo anniversario della scomparsa di Yukio Mishima, nome d’arte di Kimitake Hiraoka (Tokyo, 14 gennaio 1925 – Tokyo, 25 novembre 1970), uno dei massimi artisti giapponesi del secolo scorso, verrà realizzata a Torino, presso l’area di ex strippaggio di Parco Dora, un’opera dell’artista torinese Angelo Barile.

Venerdì 11 dicembre alle ore 18.30, in collaborazione con il Premio Strega Europeo, Fernando Aramburu, vincitore del Premio Strega Europeo 2018, dialogherà con Bruno Arpaia vincitore del premio alla traduzione per Patria (Guanda).

Vita Nova a scuola

Oltre alle lezioni pensate ad hoc per studenti di tutte le età, in programma nella mattinata di venerdì 4 dicembre, Vita Nova arriverà nelle scuole con una serie di iniziative mirate, realizzate grazie al supporto di importanti partner del Salone, tra i quali il MIBACT Centro per il Libro e la Lettura, la Fondazione Compagnia di San Paolo, l’Associazione delle Fondazioni di Origine Bancaria del Piemonte.

Educare alla lettura. In occasione di Vita Nova verrà proposto il primo modulo di Educare alla lettura, il corso di formazione, valido per l’aggiornamento di docenti e bibliotecari, organizzato dal Salone del Libro e dal MIBACT Centro per il Libro e la Lettura in collaborazione con AIB: sei appuntamenti online dal 3 al 16 dicembre, per approfondire conoscenze e competenze nell’ambito della letteratura per l’infanzia e l’adolescenza e per formare giovani lettori; sei occasioni di confronto e dialogo con importanti autori e autrici italiani e stranieri

Adotta un libro

Quattromila copie di un grande capolavoro della letteratura attorno a cui radunare la comunità scolastica. Grazie al contributo dell’Associazione delle Fondazioni di Origine Bancaria del Piemonte, il Salone del Libro stamperà, in un’edizione dedicata, un grande classico della letteratura da distribuire gratuitamente alle classi quarte delle scuole superiori. Tremila copie saranno distribuite agli studenti piemontesi, mille fuori regione. Durante l’anno, il Salone accompagnerà i ragazzi nella lettura del libro con materiali dedicati, una piattaforma in cui scambiarsi online impressioni e recensioni e un grande evento finale durante la prossima edizione del Salone. Il titolo verrà annunciato a stretto giro.

Vita Nova sarà anche l’occasione per dare spazio, tutte le mattine alle ore 11:00, a una serie di momenti conclusivi di diversi progetti non presentati in primavera a causa dello slittamento del Salone del Libro: i tre premi che il Centro per il libro e la lettura dedica alle scuole, il Premio Nati per Leggere, il Silent Book Contest, il Concorso Letterario Lingua Madre.

Vita Nova sarà anche l’occasione per trasmettere in anteprima – domenica 6 dicembre alle 16:00 – “Omegna-Rodari binomio fantastico”. Il video-documentario, realizzato dalla Città di

Omegna e dal Parco della Fantasia Gianni Rodari, racconta il forte legame del più grande favolista italiano, Gianni Rodari, con la sua città natale. Nell’anno del centenario dalla nascita, Omegna ha celebrato il suo genio con diverse azioni realizzate attraverso il parco letterario a lui dedicato, unitamente a molti partner tra cui il Museo della Scuola di Torino e con il concreto sostegno del Consiglio Regionale della Regione Piemonte.

Il Consiglio Regionale cura anche l’evento “Se questo libro fosse”: sarà la presentazione – sabato 5 dicembre alle ore 16 – dei dieci libri pubblicati da piccoli editori piemontesi più richiesti dai lettori nel corso del 2020, secondo i noleggi effettuati nelle biblioteche del Sistema bibliotecario dell’Area Metropolitana Torinese (SBAM) e nei sistemi bibliotecari piemontesi, inclusa la civica di Torino. Per raccontare i dieci libri, lo scrittore Giovanni Del Ponte partirà da piccoli particolari: una fotografia, un’immagine, una musica, un luogo, un oggetto, un monologo, dieci diversi linguaggi per altrettante storie.

Il Salone Internazionale del Libro di Torino è un progetto di Associazione Torino, la Città del Libro e Fondazione Circolo dei lettori, con il sostegno di Regione Piemonte, Città di Torino, Fondazione Compagnia di San Paolo e Fondazione CRT, e di Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, Centro per il Libro e la Lettura, Ministero per le Politiche Giovanili, Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte, Italian Trade Agency ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e MAECI Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale, Fondazione Con il Sud e Fondazione Sicilia. Il marchio Salone Internazionale del Libro di Torino è tutelato dalla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica del Piemonte e Valle d’Aosta – MiBACT.
Main partner: Intesa Sanpaolo | Partner: Reale Mutua, Smat, Lavazza Group, Eni, Yogi Tea Con il patrocinio di: Camera di commercio di Torino
Al Salone del Libro collaborano i consulenti culturali: Paola Caridi, Ilide Carmignani, Mattia Carratello, Giuseppe Culicchia, Claudia Durastanti, Lorenzo Fazzini, Fabio Geda, Giorgio Gianotto, Alessandro Grazioli, Helena Janeczek, Loredana Lipperini, Giordano Meacci, Eros Miari, Francesco Pacifico, Valeria Parrella, Alessia Polli, Rebecca Servadio, Lucia Sorbera, Annamaria Testa.

 

Newsletter