“Giuseppe Gitti nel suo ponderoso trattato ( perché tale deve essere considerato) si occupa con competenza ( non solo personale ma anche altrui, letteraria e non) ben consapevole di non poter essere esaustivo.
Il valore dell’opera non è soltanto valido in sé, ma anche quale messa a disposizione di chiunque altro ( genitore, responsabile educativo e/o sociale, sanitario, etc.) di un diario personale di una persona che ha fatto un esimio percorso nel settore.

Quanto egli riporta non deve essere visto come suggerimento/imposizione di un modello, tant’è che il Lettore ha il diritto/dovere di avere opinioni ed esperienze divergenti o contrastanti, ma chiunque intervenga o voglia intervenire nel settore, legge come sia un’esperienza circostanziata, ricca e reale.

Grazie Giuseppe del regalo che ci hai fatto” . (O. Schindler )

https://www.facebook.com/cro.firenze

 

Newsletter