PUBBLICITA

Alla sua terza e conclusiva edizione che si svolgerà a Roma dal 18 giugno al 30 settembre 2022, il progetto “Scegli il Contemporaneo.

PUBBLICITA

La rivoluzione siamo noi” – titolo liberamente ispirato dall’omonima opera del 1972 dell’artista tedesco Joseph Beuys – è stato ideato durante l’insorgere dell’emergenza pandemica con la necessità di riflettere sull’importanza dell’arte e della creatività come mezzi rivoluzionari di liberazione e di cambiamento e con l’obbiettivo di sostenere alcune categorie professionali particolarmente colpite.

SD COMUNICATO

DIDASCALIA

Organizzato da “Senza titolo” – Progetti aperti alla Cultura, società che da oltre dieci anni si occupa di progettazione e gestione di servizi educativi e di mediazione culturale per musei e mostre sul territorio nazionale, il progetto intende rientrare in possesso dei luoghi culturali della città con un denso programma di attività. L’iniziativa vuole proporre attività differenziate per i diversi pubblici: Art weekend, workshop, visite guidate, incontri di formazione didattica rivolti ad adulti, pubblico sordo, bambini, operatori culturali. Questa estate saranno coinvolti: il MACRO, Palazzo delle Esposizioni, Cinecittà si Mostra e il MIAC, il Museo delle Civiltà, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, il MAXXI.

“Scegli il Contemporaneo”, un progetto di “Senza titolo” a cura di Elena Lydia Scipioni, è una piattaforma culturale intermuseale che tesse una rete di collegamenti tra le proposte culturali di musei e spazi espositivi di Roma attraverso visite speciali alle mostre temporanee e permanenti per il pubblico, con artisti, scrittori, illustratori, esperti in didattica museale, divulgatori scientifici; attività didattiche nei musei e nelle scuole per adulti, studenti, bambini, famiglie, e pubblico sordo; video racconti e documentari dedicati agli artisti.

In linea con la mission di “Senza titolo”, che da anni opera come ponte tra la scuola e i musei in dialogo con le eccellenze professionali del territorio, “Scegli il Contemporaneo. La rivoluzione siamo noi” vuole dare un ruolo centrale all’individuo e alla collettività, con lo scopo di riflettere sul ruolo da affidare alla cultura e alla didattica nel nostro Paese.

 

Novità di questa edizione conclusiva, un focus speciale sulla mostra antologica dell’artista, stilista e designer Cinzia Ruggeri (1942-2019), in mostra al MACRO.  Il progetto “Scegli il Contemporaneo. La rivoluzione siamo noi” prenderà infatti il via sabato 18 e domenica 19 giugno al MACRO e proseguirà, tra gli altri, con diversi appuntamenti per tutta l’estate attraverso attività per adulti e per bambini dai 6 agli 11 anni che costituiranno un’imperdibile occasione per approfondire la ricerca versatile di questa figura irregolare che ha lavorato con assoluta libertà tra diverse discipline per raccontare un mondo fondato su un immaginario ironico, provocatorio, elegante, mai scontato. Una collaborazione continuativa con il Museo che durerà tutta l’estate e consentirà al pubblico di conoscere l’universo creativo di questa eclettica figura che attraverso oggetti, vestiti, installazioni, ha creato mondi fatti di libere associazioni.

 

Altra novità dell’edizione 2022, la partecipazione di professionisti della didattica dell’arte contemporanea provenienti da musei e fondazioni per l’arte contemporanea – Pirelli HangarBicocca, Milano, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino, Cinecittà si Mostra e MIAC, Roma, GAMeC, Bergamo, Museo delle Civiltà, Roma – invitati a condurre gli incontri nell’ambito del Ciclo di formazione che si terrà a Roma in diversi musei e spazi espositivi dal 2 settembre.

 

Alla sua terza edizione, il ciclo di formazione Rivoluzioni di idee: pratiche e metodologie per una didattica attiva, a cura di Serena Giulia Della Porta, destinato a educatori museali, operatori culturali e docenti, avrà luogo a settembre in alcuni musei della capitale. Esperti di didattica dell’arte contemporanea terranno incontri di formazione al Palazzo delle Esposizioni, al MACRO, alla Galleria Nazionale, al MAXXI, al Museo delle Civiltà, per condividere le più aggiornate visioni della comunicazione dell’arte in un’ottica di scambio e di sviluppo professionale interdisciplinare e di coinvolgimento attivo. L’obbiettivo è quello di riflettere sul ruolo del museo e della didattica dell’arte come strumenti per la crescita e lo sviluppo delle competenze professionali nell’adulto e personali nel bambino; approfondire le differenti metodologie in relazione a opere d’arte appartenenti a collezioni differenti per ambito di ricerca e per natura del patrimonio di appartenenza; coinvolgere i partecipanti in attività laboratoriali davanti alle opere e in relazione ai temi proposti dagli ospiti.

 

Gli incontri di formazione saranno in italiano e in LIS (Lingua dei Segni Italiana), in simultanea, allo scopo di favorire l’inclusione e consentendo a un pubblico sempre più ampio di formarsi e aggiornarsi sulle più attuali metodologie e pratiche di formazione didattica museale.

 

Le attività didattiche degli Art weekend sono dedicate agli adulti e ai bambini; offriranno l’opportunità ai partecipanti di diventare protagonisti di “un’azione creativa” e partecipata attraverso visite animate, workshop ed esperienze pratiche e laboratoriali.

La progettazione delle attività didattiche è ideata da Zelda De Lillo, esperta di didattica dell’arte e del cinema con un’esperienza in progetti educativi basati sulla narrazione e sulla partecipazione.

 

Il progetto prevede l’incremento dell’app gratuita di “Scegli il Contemporaneo” che viene aggiornata con nuovi percorsi narrativi e interattivi per il pubblico dedicati a una selezione delle attività svolte nei musei e consentirà anche al pubblico di tenersi aggiornato sui contenuti di tutte le edizioni precedenti con la possibilità di ascoltare racconti inediti di artisti, scrittori, registi e divulgatori scientifici, e sperimentare attività laboratoriali per conoscere il patrimonio culturale e artistico di Roma.

 

Sarà attiva la convenzione con Casa dello Spettatore per “AC- Affido Culturale”, progetto nazionale selezionato dall’impresa sociale “Con i bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile.

 

PROGRAMMA

 

GIUGNO 2022

 

 

Sabato 18 e domenica 19 giugno – Art weekend al MACRO – Visita per bambini e adulti insieme (due gruppi)

Luogo: MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma

Utenza: pubblico adulto e bambini (6 – 11 anni)

Punto di ritrovo: Via Nizza n. 138

Orario: 16.30 – 18.00

 

Un doppio appuntamento per adulti e bambini all’insegna dell’arte per esplorare il MACRO e conoscere i linguaggi del contemporaneo: dall’arte all’architettura, attraverso le mostre in corso, la collezione e lo spazio espositivo, oggetto di un’affascinante azione di riqualificazione urbana e riprogettazione architettonica. L’Art weekend al MACRO consente ai più piccoli di esplorare temi, linguaggi e materie del contemporaneo, di sperimentare tecniche e pratiche artistiche confrontandosi con le opere degli artisti di oggi. In contemporanea, gli adulti potranno conoscere le mostre in programma del MIP – Museo per l’Immaginazione Preventiva con un focus sulla mostra “Cinzia says…”, prima grande antologica dedicata all’artista, stilista e designer Cinzia Ruggeri (1942-2019), promossa da Roma Culture e alla quale ha contribuito, con un grande lavoro di ricerca, l’Archivio Cinzia Ruggeri.

 

 

Sabato 25 e domenica 26 giugno Art weekend a Cinecittà – Visita per bambini e adulti insieme (due gruppi)

Luogo: Cinecittà

Utenza: pubblico adulto e bambini (6 – 11 anni)

Punto di ritrovo: Via Tuscolana n. 1055

Orario: 16.30 – 18.00


Un doppio appuntamento per adulti e bambini alla scoperta del patrimonio di Cinecittà per conoscere la storia dei celebri studi di via Tuscolana e i film che in oltre 80 sono stati realizzati nella più importante realtà italiana di produzione cinematografica. L’ Art weekend a Cinecittà prevede visite guidate per adulti tra le sale espositive di “Girando a Cinecittà” e del MIAC – Museo Italiano dell’Audiovisivo e del Cinema, e percorsi interattivi per i più piccoli che consentiranno di conoscere i capolavori del cinema e di sperimentare i mestieri del cinema immersi tra installazioni luminose, ambientazioni scenografiche, costumi e oggetti di scena originali.

 

 

LUGLIO 2022

 

 

Sabato 2 e domenica 3 luglio Art weekend al Museo delle Civiltà – Visita per bambini e adulti insieme (due gruppi)

Luogo: Museo delle Civiltà

Utenza: pubblico adulto e bambini (6 – 11 anni)

Punto di ritrovo: Piazza Guglielmo Marconi n. 14

Orario: 16.30 – 18.00


Un doppio appuntamento con visite guidate per adulti e visite animate per i bambini alla scoperta della collezione preistorica etnografica del Museo delle Civiltà. Un viaggio per incontrare l’uomo e le sue differenti culture attraverso una narrazione coinvolgente tra le sale dedicate alle Americhe, all’Africa e all’Oceania che diventano il punto di partenza per “esplorare da fermi” luoghi esotici e affascinanti, scoprire i popoli che li hanno prodotti, i loro usi, costumi e tradizioni. L’ Art weekend al Museo delle Civiltà ha lo scopo di favorire nei partecipanti il contatto con le tradizioni, la storia e le espressioni artistiche e culturali dal mondo e scoprire come un semplice oggetto possa diventare testimone di racconti che s’intrecciano tra passato e presente nella storia evolutiva dell’uomo.

 

Sabato 9 e domenica 10 luglio Art weekend alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea – Visita per bambini e adulti insieme (due gruppi)

Luogo: Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea

Utenza: pubblico adulto e bambini (6 – 11 anni)

Punto di ritrovo: Viale delle Belle Arti n. 131

Orario: 16.30 – 18.00

 

Un doppio appuntamento per adulti e bambini per lasciarsi incantare dalle opere dei grandi maestri del Novecento che hanno rivoluzioni linguaggi e pratiche artistiche. L’Art weekend alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea sarà occasione per scoprire la collezione attraverso i capolavori di alcuni artisti come Giacomo Balla, Marcel Duchamp, Jackson Pollock, Lucio Fontana e Alberto Burri per condurre i partecipanti in una coinvolgente narrazione attraverso cui scoprire l’incanto dell’arte e approfondire la relazione tra spazio e opera. Le visite guidate per adulti e le visite animate per bambini consentiranno di indagare i linguaggi del contemporaneo, di sperimentare tecniche e pratiche artistiche, di confrontarsi con opere di differenti artisti e di rielaborare personali chiavi di lettura dell’arte del nostro tempo.

 

 

AGOSTO 2022

 

 

Da martedì 2 a venerdì 5 agosto – Matinée al museo. Ciclo di laboratori per bambini

Luogo: MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma

Utenza: bambini (6 – 11 anni)

Punto di ritrovo: via Nizza n. 138

Orario: 10.00 – 13.00

 

Un ciclo di laboratori al museo dedicato ai bambini per trascorrere una settimana (martedì – venerdì) all’insegna dell’arte, dell’immaginazione e della creatività nella suggestiva architettura del MACRO a contatto con le opere degli artisti presenti nelle mostre del MIP – Museo per l’Immaginazione Preventiva. Il ciclo di laboratori Matinée al museo al MACRO ha lo scopo di promuovere la conoscenza dell’arte contemporanea tra i piccoli visitatori e di vivere il museo come luogo di confronto, di scambio e di inclusione. Il format giornaliero di tre ore prevede attività differenti come letture animate, laboratori di espressione corporea e sperimentazioni di pratiche artistiche per consentire ai partecipanti di avvicinarsi ai linguaggi del contemporaneo e vivere il museo da protagonisti.

 

Da martedì 30 agosto a venerdì 2 settembre – Matinée al museo. Ciclo di laboratori per bambini

Luogo: MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma

Utenza: bambini (6 – 11 anni)

Punto di ritrovo: via Nizza n. 138

Orario: 10.00 – 13.00

Un ciclo di laboratori al museo dedicato ai bambini per trascorrere una settimana (martedì – venerdì) all’insegna dell’arte, dell’immaginazione e della creatività nella suggestiva architettura del MACRO a contatto con le opere degli artisti presenti nelle mostre del MIP – Museo per l’Immaginazione Preventiva. Il ciclo di laboratori Matinée al museo al MACRO ha lo scopo di promuovere la conoscenza dell’arte contemporanea tra i piccoli visitatori e di vivere il museo come luogo di confronto, di scambio e di inclusione. Il format giornaliero di tre ore prevede attività differenti come letture animate, laboratori di espressione corporea e sperimentazioni di pratiche artistiche per consentire ai partecipanti di avvicinarsi ai linguaggi del contemporaneo e vivere il museo da protagonisti.

 

 

 

SETTEMBRE 2022

 

 

Venerdì 2 settembre – Rivoluzioni di idee: pratiche e metodologie per una didattica attiva. Formazione per insegnanti, educatori e operatori museali udenti e sordi

Luogo: Palazzo delle Esposizioni

Utenza: educatori, operatori culturali, insegnanti udenti e sordi

Punto di ritrovo: via Nazionale n. 194

Orario: dalle 15.00 alle 18.00

 

Un incontro di formazione alla mostra “Il video rende felici. Videoarte in Italia” presso Palazzo delle Esposizioni con Laura Zocco del Dipartimento Educativo di Pirelli HangarBicocca, Milano, e i formatori di “Senza titolo” dedicato alla sperimentazione di pratiche e metodologie della didattica museale. Un percorso che mette al centro le connessioni fra gesto, immagine e corpo in relazione alle opere, allo spazio e all’Altro: un modo per scoprire insieme come l’arte contemporanea offra sempre punti di vista e stimoli diversi che aprono a nuove modalità critiche, creative e di pensiero.

L’incontro di formazione sarà tradotto in LIS da una storica dell’arte specializzata in Lingua dei segni italiana con lo scopo di offrire ad un pubblico sempre più ampio occasioni di conoscenza e di accessibilità al patrimonio culturale della città di Roma.

 

Laura Zocco – Dal 2009 si occupa dei Progetti Educativi di Pirelli HangarBicocca, Milano, sviluppando percorsi, progetti e collaborazioni esterne per la comunità scolastica, bambini, ragazzi e famiglie. Dal 2011 coordina il servizio di mediazione culturale dedicato all’accoglienza del pubblico di Pirelli HangarBicocca e si occupa della proposta di visite guidate e percorsi tematici per adulti.

 

Venerdì 9 settembre – Rivoluzioni di idee: pratiche e metodologie per una didattica attiva. Formazione per insegnanti, educatori e operatori museali udenti e sordi

Luogo: MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma

Utenza: educatori, operatori culturali, insegnanti udenti e sordi

Punto di ritrovo: via Nizza n. 138

Orario: dalle 15.00 alle 18.00

 

Un incontro di formazione al MACRO con Elena Stradiotto, responsabile dei progetti educativi della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino, e i formatori di “Senza titolo” dedicato alla sperimentazione di pratiche e metodologie della didattica museale. I partecipanti faranno esperienza di una visita “alterata”: attraverso una serie di esercizi, i partecipanti saranno invitati a concentrarsi sul modo in cui normalmente osservano le opere, muovendosi nello spazio espositivo, per poi metterlo in discussione, ribaltando il punto di vista e scoprendo nuovi e inconsueti modi per interagire con la mostra e i suoi contenuti. La visita “alterata” è una modalità di fruizione delle opere e abitazione dello spazio espositivo nata dalla ricerca dello staff di mediazione culturale d’arte della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo a partire da una rilettura del workbook pubblicato da Manifesta: http://workbook.manifesta.org/contents.html

L’incontro di formazione sarà tradotto in LIS da una storica dell’arte specializzata in Lingua dei segni italiana con lo scopo di offrire ad un pubblico sempre più ampio occasioni di conoscenza e di accessibilità al patrimonio culturale della città di Roma.

 

Elena Stradiotto – È responsabile dei progetti educativi della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo dal 2005. Specializzata in Pedagogia e Didattica dell’Arte, ha lavorato come operatrice museale presso la G.A.M. di Bologna e come formatrice presso Palazzo delle Esposizioni, Roma, e di Palazzo Vecchio, Firenze.  È stata docente presso la Facoltà di Scienze delle Formazione Primaria di Bologna, il Conservatorio Pollini di Padova nel biennio sperimentale per l’integrazione e la disabilità, e presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna.  É membro e formatrice di M.C.E. – Movimento Cooperazione Educativa.

 

Venerdì 16 settembre – Rivoluzioni di idee: pratiche e metodologie per una didattica attiva – Formazione per insegnanti, educatori e operatori museali udenti e sordi

Luogo: Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea

Utenza: educatori, operatori culturali, insegnanti udenti e sordi

Punto di ritrovo: Viale delle Belle Arti n. 131

Orario: dalle 15.00 alle 18.00

Un incontro di formazione alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea con Barbara Goretti, responsabile di Cinecittà si Mostra e del Dipartimento educativo di Cinecittà si Mostra, insieme ai formatori di “Senza titolo” dedicato alla sperimentazione di pratiche e metodologie della didattica museale. Un intervento incentrato sul tema del dialogo inteso come strumento di conoscenza, come valore intrinseco dell’opera d’arte e come attitudine metodologica e educativa.

L’incontro di formazione sarà tradotto in LIS da una storica dell’arte specializzata in Lingua dei segni italiana con lo scopo di offrire ad un pubblico sempre più ampio occasioni di conoscenza e di accessibilità al patrimonio culturale della città di Roma.

Barbara Goretti – È responsabile di Cinecittà si Mostra, il progetto culturale permanente di Cinecittà SpA che permette al pubblico di visitare gli storici Studios e del Dipartimento educativo di Cinecittà si Mostra dal 2011. Ha lavorato per diversi musei, tra cui la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea e il MACRO di Roma, organizzando mostre, curando cataloghi e progetti di ricerca; è stata responsabile del Dipartimento educativo del MACRO. Autrice di saggi, volumi e articoli sull’arte contemporanea, sul patrimonio cinematografico e sull’audiovisivo con particolare attenzione all’animazione e alla relazione tra arte e cinema.

 

Venerdì 23 settembre – Rivoluzioni di idee: pratiche e metodologie per una didattica attiva – Format per insegnanti, educatori e operatori museali udenti e sordi

Luogo: MAXXI

Utenza: educatori, operatori culturali, insegnanti udenti e sordi

Punto di ritrovo: Via Guido Reni n. 4/A

Orario: dalle 15.00 alle 18.00

Un incontro di formazione al MAXXI con Giovanna Brambilla, responsabile Servizi Educativi GAMeC, e i formatori di “Senza titolo” dedicato alla sperimentazione di pratiche e metodologie della pedagogia del patrimonio. L’incontro di formazione sarà tradotto in LIS da una storica dell’arte specializzata in Lingua dei segni italiana con lo scopo di offrire ad un pubblico sempre più ampio occasioni di conoscenza e di accessibilità al patrimonio culturale della città di Roma.

Giovanna Brambilla – È responsabile dei Servizi Educativi della GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo dal 2000, dove si occupa del rapporto tra il museo e i possibili pubblici, con una particolare attenzione alle tematiche dell’accesso e dell’inclusione. Storica dell’Arte, attualmente è docente del Master “Economia e Management dei Beni Culturali”, della Business School de Il Sole24Ore e del Master “Servizi Educativi per il patrimonio artistico, dei musei storici e di arti visive”, dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, e docente di Iconologia all’Accademia di Belle Arti di Siracusa. Da settembre 2020 è membro della Commissione Diocesana Arte Sacra di Bergamo. Socia ICOM, tra i suoi interessi di ricerca ci sono gli intrecci tra arte e società, letti attraverso le immagini. È autrice di articoli e saggi dedicati alla relazione tra musei e pubblici, tra iconografica, religione e società.

Venerdì 30 settembre – Rivoluzioni di idee: pratiche e metodologie per una didattica attiva – Format per insegnanti, educatori e operatori culturali udenti e sordi

Luogo: Museo delle Civiltà

Utenza: educatori, operatori culturali, insegnanti udenti e sordi

Punto di ritrovo: Piazza Guglielmo Marconi n. 14

Orario: dalle 15.00 alle 18.00

Un incontro di formazione al Museo delle Civiltà con Gabriella Manna, responsabile del servizio educativo del Museo delle Civiltà, e i formatori di “Senza titolo” dedicato alla sperimentazione di pratiche e metodologie della didattica museale. Gli oggetti presenti nelle diverse collezioni del museo saranno il punto di partenza per indagare la realtà in un’ottica multiculturale. Si approfondirà il concetto de “Il museo delle realtà”, che è l’obiettivo primario che si pongono i progetti del servizio educativo del Museo delle Civiltà. La realtà sociale contemporanea è infatti protagonista di tutti i percorsi educativi che mirano attraverso le collezioni – a prima vista distanti nel tempo e nello spazio – a fornire elementi di riflessione utili per interpretare i rapidi e a volte sconcertanti cambiamenti che stiamo vivendo.

L’incontro di formazione sarà tradotto in LIS da una storica dell’arte specializzata in Lingua dei segni italiana con lo scopo di offrire ad un pubblico sempre più ampio occasioni di conoscenza e di accessibilità al patrimonio culturale della città di Roma.

Gabriella Manna – Storica dell’arte islamica, dal 2016 è stata referente del servizio educativo del Museo delle Civiltà, del quale è attualmente responsabile. È stata dal 2007 al 2016 responsabile del servizio didattico del MNAO – Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci” di Roma. Ha ideato e realizzato progetti e percorsi educativi mirati alla conoscenza delle culture altre, per favorire il dialogo multiculturale.

“SENZA TITOLO”

“Senza titolo” – Progetti aperti alla Cultura è una società di servizi educativi nata da un’esperienza di didattica museale maturata all’interno del Dipartimento educativo MAMbo.  Realizza progetti educativi volti ad avvicinare il pubblico al patrimonio artistico e cura progetti e iniziative nell’ambito dell’editoria, museografia, formazione e comunicazione. Collabora con istituzioni culturali e scolastiche, enti, biblioteche, privati e aziende in diverse città italiane ideando e realizzando percorsi didattici su misura per una conoscenza attiva del patrimonio rivolti a pubblici differenti.

Tutti gli incontri saranno gratuiti per il pubblico e avverranno nel rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid in ottemperanza alla normativa vigente.

Gli eventi sono gratuiti e comprendono il biglietto d’ingresso al museo qualora previsto.

 

Prenotazione obbligatoria solo via mail: info@senzatitolo.net fino a esaurimento posti

 

Facebook @senzatitolo.progetticultura

Instagram @senzatitolo.progetticultura

Youtube Senza titolo – Progetti aperti alla cultura

Per informazioni: tel. 331/3365300; www.senzatitolo.net

Ufficio Stampa: Paola Saba,

paolasaba@paolasaba.it

 

 

Notizia