Milano. Poldi Pezzoli, la Mostra sul Mantegna prosegue online

0
17 Numero visite

Il nuovo palinsesto prevede visite guidate di approfondimento alla mostra, attraverso la piattaforma Zoom.

In seguito alla chiusura al pubblico di tutti i Musei e quindi anche del Poldi Pezzoli, a partire dallo scorso 6 novembre, la casa-museo di via Manzoni a Milano continua ad essere vicina al suo pubblico con una serie di iniziative virtuali, da seguire sui canali social del Museo o da svolgere attraverso le piattaforme digitali più diffuse.

Lo scorso 15 ottobre si è aperta la mostra “Mantegna Ritrovato”: l’esposizione-dossier è dedicata al restauro di uno dei capolavori del Museo, la Madonna con il Bambino di Andrea Mantegna. Il restauro, realizzato dall’Opificio delle Pietre Dure e Laboratori di Restauro di Firenze, con il sostegno della Fondazione Giulio e Giovanna Sacchetti Onlus, ha riscoperto il dipinto dell’artista veneto, nascosto nell’Ottocento dall’intervento di Giuseppe Molteni.

Il nuovo palinsesto prevede visite guidate di approfondimento alla mostra, attraverso la piattaforma Zoom, oltre a quelle dedicate ai pubblici più fragili, come i non udenti, o alle categorie che hanno bisogno di maggior aiuto in questo periodo per superare le difficoltà, anche tecnologiche, e laboratori per bambini da realizzare a casa, guidati dai Servizi Educativi del Museo Poldi Pezzoli.

Gli appuntamenti con le attività online
22 novembre, ore 21.00
Visita guidata online con il curatore della mostra-dossier che presenterà l’opera raccontandone le diverse fasi del restauro e le vicende collezionistiche.
29 novembre, ore 18.00
Visita guidata online in collaborazione con l’Ente Nazionale Sordi con la presenza di un interprete LIS (Lingua Italiana dei Segni) sullo schermo, che affiancherà la guida durante la visita.
6 dicembre, ore 18.00
Visita guidata online dedicata al pubblico over, con la partecipazione di alcuni ragazzi del Gruppo Giovani, in un momento di inclusione e svago per contrastare la solitudine e dimostrare vicinanza a chi, in questo momento storico così delicato, si trova costretto a casa lontano dai propri affetti.
Newsletter