All’archeologico ora è entrato la lingua dei segni

0
35 Numero visite

Un’altra novità per il Museo Archeologico di Arezzo che ora sarà visibile a distanza grazie al video registrato per non udenti con la lingua dei segni e agli stranieri per la traduzione in lingua inglese.

“Ringrazio il Paleofest organizzato dal Museo Paleontologico di Montevarchi – fa sapere la direttrice del Museo Maria Gatto – che ha curato la traduzione in inglese e nella lingua dei segni LiS della presentazione della sezione paleontologica del Museo Archeologico Gaio Cilnio Mecenate di Arezzo curata dalle archeologhe della sezione didattica della Fraternita dei Laici Erika Albertini e Maria Eugenia Brito, ora più accessibile”.

 

Newsletter