Ritornano le Giornate Europee del Patrimonio

0
720 Numero visite
PUBBLICITA

MOLE ANTONELLIANA – TORINO
24 settembre 2016, dalle ore 18.00 alle ore 23.00

Anche il Museo Nazionale del Cinema aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio offrendo sabato 24 l’ingresso ridotto al museo al costo di 1 euro con orario 18.00-23.00 (ultimo ingresso un’ora prima della chiusura). Nella stessa serata si potrà effettuare la visita guidata Torino Città del Cinema a al costo di 6 euro + ingresso al museo al costo di 1 euro.
La visita guidata racconta i fasti della Torino nei primi anni del Novecento – nella quale operano alcune delle più importanti case di produzione cinematografiche – per arrivare, attraverso esempi emblematici, fino ai giorni nostri nei quali Torino ritorna ad essere, in numerosi sensi, protagonista del cinema italiano.

PUBBLICITA
Via mail è possibile richiedere il servizio di interprete LIS rivolto ai visitatori non udenti con minimo 10 giorni di anticipo (cioè entro il 14 settembre)
Via mail è possibile richiedere il servizio di interprete LIS rivolto ai visitatori non udenti con minimo 10 giorni di anticipo (cioè entro il 14 settembre)

Sui maxischermi dell’Aula del Tempio della Mole Antonelliana un omaggio alla grande stagione del muto torinese che fece di Torino la capitale della cinematografia italiana dell’epoca: dalle testimonianze sulla città, alle prime comiche seriali e alle grandi produzioni del genere storico e del melodramma.

Un’apposita area è dedicata a Cabiria, pietra miliare della storia del cinema del 1914. Le fotografie, le sequenze filmiche con didascalie scritte da Gabriele D’Annunzio, i costumi, la scenografia tridimensionale, gli eccezionali effetti speciali e le innovazioni linguistiche apportate dal regista e produttore Giovanni Pastrone, imposero un nuovo modo di concepire e fare il cinema.

Infine, nell’area “Caffè Torino” si possono visitare alcune delle location più note della Torino cinematografica fino ai giorni nostri: gli ambienti borghesi de Le amiche di Michelangelo Antonioni (1955), quella proletaria di Mimì metallurgico ferito nell’onore di Lina Wertmüller (1972), la metropoli tenebrosa di Profondo Rosso di Dario Argento (1975) e naturalmente la Mole Antonelliana che diventa set in Dopo Mezzanotte di Davide Ferrario (2004), ambientato all’interno del Museo, luogo suggestivo e unico, capace di custodire e trasmettere la memoria e le emozioni della Settima Arte.

La visita guidata è fissata alle ore 18.00 previa prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti disponibili, entro il venerdì precedente, inviando richiesta prenotazioni@museocinema.it Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. oppure telefonando al n. 011 8138564/5.

Via mail è possibile richiedere il servizio di interprete LIS rivolto ai visitatori non udenti con minimo 10 giorni di anticipo (cioè entro il 14 settembre).

Le Giornate Europee del Patrimonio, promosse dal Consiglio d’Europa con l’appoggio della Commissione europea, dal 1991 aprono ai cittadini i luoghi della cultura che comprendono il patrimonio archeologico, artistico e storico, architettonico, archivistico e librario, cinematografico, teatrale e musicale.

La manifestazione coinvolge, in diversi fine settimana di settembre e ottobre, i 49 Stati Membri della Convenzione culturale europea, firmata nel 1954.

http://www.sportiamoci.it/

Notizia