“Sentire l’Arte” a Villa Panza

0
908 Numero visite
Pubblicità

Un progetto in collaborazione con l’Ente Nazionale per la Protezione e l’Assistenza dei Sordi, Consiglio Regionale della Lombardia a Villa e Collezione Panza visite guidate in Lingua dei Segni sabato 30 luglio e 17 settembre 2016, alle ore 14

Pubblicità

villaPanza

Due nuove date per le visite guidate in Lingua dei Segni a Villa e Collezione Panza a Varese. Sabato 30 luglio e 17 settembre 2016, alle ore 14, gruppi di persone sorde potranno prenotarsi per usufruire di una guida segnante che li guiderà alla scoperta della collezione del conte Giuseppe Panza di Biumo, di recente integralmente riallestita.

Il progetto “Sentire l’Arte”, avviato nel museo varesino a novembre 2015 dal FAI – Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con ENS – Ente Nazionale per la Protezione e l’Assistenza dei Sordi Onlus, Consiglio Regionale della Lombardia, offre infatti ai visitatori sordi la possibilità di effettuare visite guidate in Lingua dei Segni Italiana (LIS), grazie alla presenza di guide specializzate in possesso di Laurea in discipline artistiche e con apposita formazione.

Gli interessati alla visita guidata possono prenotarsi scrivendo all’indirizzo email lombardia@ens.it o presentando la richiesta allegata direttamente alla Sezione ENS di riferimento.

Inoltre, per i singoli visitatori che si presentino in villa senza prenotazione, è ora disponibile anche un’apposita videoguida gratuita in LIS che, caricata su tablet, verrà consegnata all’ingresso a chi ne farà richiesta.

L’idea nasce da un accordo di collaborazione sottoscritto tra il FAI ed ENS Lombardia al fine di sperimentare strumenti, tecnologie e approcci innovativi in grado di avvicinare le persone sorde ai luoghi d’arte, favorendo l’accessibilità e la fruizione del patrimonio culturale al pubblico più ampio possibile. Il progetto nasce sulla scorta della Convenzione sui diritti delle persone con disabilità adottata nel 2006 dalle Nazioni Unite ed è volto a individuare e realizzare “buone prassi” per l’accesso alla cultura del pubblico sordo, che conta 70.000 soggetti in Italia, 8.000 in Lombardia – di cui oltre 4.000 iscritti all’ENS.

Il monitoraggio del progetto consentirà una valutazione del risultato, allo scopo di esportarlo ad altre realtà museali e beni FAI a livello regionale e successivamente nazionale.

Il progetto è realizzato anche grazie al contributo di Regione Lombardia. Il FAI ringrazia JTI (Japan Tobacco International), che ha affiancato la Fondazione in questo straordinario progetto che consente l’accessibilità di Villa e Collezione Panza ad un pubblico ampio e diversificato.

Villa e Collezione Panza è Museo riconosciuto da Regione Lombardia.

Per informazioni: www.villapanza.it

Notizia