Notturni d’Arte 2016, da Donatello a Tintoretto, ma anche storia, arte e scienza nella Padova del Rinascimento

0
784 Numero visite

notturni1I Notturni d’Arte tornano ad animare l’estate padovana con una nuova edizione che metterà in luce la storia, l’arte e la scienza nella Padova del Rinascimento.
NOTTURNI D’ARTE 2016, SCARICA TUTTO IL PROGRAMMA COMPLETO

notturni d'arte 2016-2Organizzata dall’Assessorato alla Cultura del comune di Padova, con il sostegno di Cassa di Risparmio del Veneto, la manifestazione offrirà un intreccio di luoghi d’arte, vicende storiche, spettacoli realizzati per l’occasione che vanno a delineare un racconto molto coinvolgente. È il racconto alla scoperta di luoghi e dei personaggi del Rinascimento padovano, che sarà scandito da 25 serate, a partire da giovedì 28 luglio a mercoledì 31 agosto 2016. I Notturni d’Arte proseguiranno quel percorso avviato la primavera scorsa con l’apertura delle due grandi mostre “Il San Lorenzo di Donatello” a Palazzo della Ragione e “I Tintoretto ritrovati” ai Musei Civici agli Eremitani.

È, infatti, la lezione di questi due grandi maestri, Donatello e Tintoretto, ad introdurre e concludere l’esperienza del Rinascimento a Padova e nel territorio veneto.

Un forte impulso al processo di rinnovamento del linguaggio figurativo che ha fatto della nostra città uno dei più avanzati centri dell’Umanesimo europeo, fu dato da Andrea Mantegna, che nella Cappella Ovetari nella chiesa degli Eremitani lasciò una delle opere chiave del Rinascimento, tappa obbligata di questa edizione dei Notturni.

Il Rinascimento fu uno dei secoli d’oro di Padova, con notevoli cambiamenti che interessarono le arti e le scienze, grazie alle personalità di grande cultura presenti nell’ambito accademico, ai mecenati qualiAlvise Cornaro e alle committenze delle confraternite e degli ordini religiosi, che affidarono il compito di decorare chiese e “Scuole”, sedi dei loro incontri, agli artisti più affermati.

L’ambito scientifico non fu meno ricco di novità e primati, regalandoci il primo Orto botanico in Europa, il primo teatro anatomico ideato da Girolamo Fabrici d’Acquapendente presso l’Università e la rivoluzione scientifica in medicina apportata da Andrea Vesalio. Il fervore culturale in campo scientifico, che vide Padova protagonista di importanti cambiamenti, proseguì anche a chiusura del secolo con l’arrivo in città di un’altra grande personalità che avrebbe sconvolto le certezze nel campo della fisica: Galileo Galilei.

Grandi architetti contribuirono a rinnovare il volto di Padova con opere di edilizia civile e difensiva: Giovanni Maria Falconetto, Andrea Moronie Bartolomeo da Alviano, tanto per citarne alcuni. Questo fertile clima di rinnovato interesse per la classicità nel campo dell’architettura contribuì alla formazione del talento innovativo del grande Andrea Palladio, illustre padovano.

Come consuetudine, il programma di visite guidate proposte sarà accompagnato da approfondimenti, da momenti musicali e reading. Non potranno mancare spettacoli teatrali e musicali, tra cui un omaggio ad Angelo Beolco detto il Ruzante e alla Commedia dell’Arte.

I Notturni saranno anche l’occasione per scoprire due musei di recente istituzione, il Musme – Museo di Storia della Medicina e il Museo della Padova Ebraica e per gite fuori porta, con visita a ville e castelli del territorio provinciale.

Un interprete LIS – Lingua dei Segni Italiana renderà accessibile al pubblico sordo tre serate (30 luglio, 6 e 17 agosto).

Direzione, cura, organizzazione e progetto: Settore Cultura Turismo Musei e Biblioteche

Con il contributo di: Cassa di Risparmio del Veneto

Con la collaborazione di: Università degli Studi di Padova, CAM-Centro di Ateneo per i Musei, Comune di Pontelongo, Birra Antoniana.

INFORMAZIONI

Acquisto del biglietto “Notturni d’Arte”, fino a esaurimento della disponibilità, presso il Settore Cultura, Turismo, Musei e Biblioteche in via Porciglia 35: orario dal lunedì al giovedì 8.30-12.30/15-18.30; venerdì 8.30-13.30/14.30-16; sabato 8.30-13 (chiuso domenica e lunedì 15 agosto), con possibilità di acquisto la sera stessa della visita nel caso in cui i biglietti fossero ancora disponibili.

I biglietti saranno messi in vendita a partire dal pomeriggio di lunedì 25 luglio .

LIS accessibile al pubblico sordo tramite il servizio di interpretariato LIS – Lingua dei Segni Italiana; interprete Rita Sala

Costo biglietti “Notturni d’Arte”

Biglietto unico euro 3 a persona per l’accesso ad una singola serata (per la singola serata, solo se ancora disponibile, si potrà acquistare anche durante la sera stessa), tranne per le serate in cui è previsto un costo diverso.

Biglietti da acquistare presso le sedi in programma per: Orto Botanico, MUSME, navigazione in battello, spettacolo al Planetario, Villa dei Vescovi, Villa Roberti, Villa Contarini, Castello Cini, Museo Padova Ebraica, Villa Emo a Rivella.

Abbonamenti

Biglietto euro 6 a persona per l’accesso a 3 serate

Biglietto euro 10 a persona per l’accesso a 4 serate più la guida stampata

Ingresso gratuito per bambini fino ai 12 anni

Costo della guida stampata: euro 4

Il biglietto dovrà essere esibito all’inizio della serata per comprovare l’avvenuto pagamento. Non è previsto alcun rimborso in caso di mancata partecipazione o di mancato svolgimento della serata per motivi indipendenti dall’organizzazione.

 

Si richiede la puntualità. Perde il diritto all’entrata chi, già in possesso del biglietto, non rispetterà l’orario di inizio del programma indicato nel biglietto.

Settore cultura turismo musei e biblioteche – Via Porciglia 35, Padova

Tel. 049/8204533

notturnidarte@comune.padova.it

http://www.padovaoggi.it/

Newsletter