Palazzo reale di Milano: eventi e mostre

0
918 Numero visite
PUBBLICITA

Il Palazzo Reale di Milano, un tempo sede del governo della città è oggi destinato principalmente a mostre e altri tipi di esposizioni. Fin dal basso medioevo sede del municipio e delle assemblee cittadine, ha avuto nei secoli periodi più o meno fortunati, fino ai primi del Novecento, quando ha assunto la sua attuale funzione.

PUBBLICITA

di Giuditta Danzi

palazzo-reale-milano-eventi-300x225
in foto: Il Palazzo Reale di Milano (foto di Wikipedia)

Collocato in Piazza del Duomo, 12, attualmente Palazzo Reale ha ogni mese in programma diverse mostre ed eventi da tenere d’occhio. Vediamo quali sono.

26 maggio 2016 – I giovedì di filosofia dell’arte

Il ciclo di incontri gratuiti sulla filosofia dell’arte a cura del Professor Giancarlo Lacchin, si conclude il 26 maggio alle 18.00 parlando di “Simbolo, forma, figura”. Paolo d’angelo dell’Università degli studi di Roma Tre e Vincenzo Trione dello Iulm di Milano affronteranno alcuni punti fondamentali del dibattito sulla dimensione minimalista e concettuale dell’arte contemporanea, nonché il tema del simbolo con riferimento alla mostra Simbolismo. Dalla Belle Epoque alla Grande Guerra, sempre a Palazzo Reale.

Dal 7 maggio al 28 giugno 2016-Segni d’Arte – Visite guidate in LIS

Ideato e finanziato dall’associazione JustArt, Segni d’Arte- Visite guidate in LIS è un’iniziativa per facilitare la fruizione delle mostre ai sordi. Con un piccolo contributo aggiuntivo sul costo del biglietto, è possibile usufruire di una guida che spiegherà le varie opere nel linguaggio dei segni a un gruppo di non più di 15 visitatori per volta.

Dal 12 aprile al 12 settembre – XXI Triennale: Vermiglia

La XXI Esposizione Internazionale della Triennale di Milano sul tema Labor After Labor espone un’installazione di Attilio Stocchi, Vermiglia, che esprime il lavoro ieri, oggi e domani. La laboriosità dei cittadini milanesi verrà rappresentata su 4 schermi, coi suoni a sottolineare la gioia e la fatica del lavoro. L’evento è anche un omaggio ai cento anni dalla morte di Umberto Boccioni, pittore e scultore futurista che nell’Umanitaria di Milano diede vita a Il Lavoro, poi rinominato da Marinetti La città che sale.

Dal 9 aprile al 14 settembre – Studio Azzurro.

Immagini Sensibili Studio Azzurro è un collettivo artistico con lo scopo di rendere l’arte interattiva, che reagisce alla presenza del visitatore. La mostra si snoda su 14 sale con le loro opere storiche, tra ci anche La Pozzanghera, un paesaggio in miniatura interattivo studiato per i bambini, a cui si aggiunge un omaggio alla città, Miracolo a Milano. All’interno della mostra anche workshop e laboratori.

Dal 23 marzo al 10 settembre 2016 – Umberto Boccioni: genio e memoria (1882-1916)

A 100 anni dalla morte dell’artista futurista Umberto Boccioni, deceduto il 17 agosto de 1916, una mostra con circa 280 opere dell’artista, delle quali 60 provenienti dal Castello Sforzesco, mentre le altre arrivano da musei sparsi in tutto il mondo. L’esposizione ricostruirà anche la vita e la carriera artistica di Boccioni grazie a nuovi documenti inediti.

Dal 23 marzo al 29 maggio – 2050 Breve storia del futuro Dopo la presentazione al Musées Royaux des Beaux-Arts de Belgique a Bruxelles, arriva anche a Palazzo Reale “2050 Breve storia del futuro”, la mostra collettiva ispirata all’omonimo libro dell’economista Jacques Attali. Curata da Pierre-Yves Desaive e Jennifer  Beauloye, esposizione comprende 50 opere di 46 artisti che esplorano gli anni a venire tramite varie tipologie d’arte, dalla scultura, alla pittura, ma anche con la fotografia, i video e le istallazioni. La mostra fa parte del programma”Ritorni al futuro” promosso dal comune di Milano per esplorare tramite tutte le forme d’arte l’idea di futuro che abbiamo oggi e che si aveva in passato.

Dal 3 febbraio al 5 giugno – Simbolismo. Dalla Belle Epoque alla Grande Guerra

All’interno del lavoro di ricostruzione ed esposizione dell’arte tra fine Ottoecento e primi del novecento, Palazzo Reale propone la mostra Simbolismo. Dalla Belle Epoque alla Grande Guerra, una raccolta di oltre 150 opere tra pittura e scultura per rievocare l’aspirazione di questa corrente alla creazione di un’arte totale. Composta da 18 sezioni tematiche, la mostra è un viaggio di evocazione delle atmosfere proposte dagli artisti nelle loro opere.

http://milano.fanpage.it/

 

Notizia