Guide virtuali per scoprire la città

0
713 Numero visite
Pubblicità

Sestri Levante. L’istituto Comprensivo di Sestri Levante è una delle 60 scuole italiane, l’unica in Liguria, premiata con un finanziamento di 50.000 euro per il Bando di Concorso Nazionale del MIUR, categoria C: “Progetti didattici nei musei, nei siti di interesse archeologico, storico e culturale o nelle istituzioni culturali e scientifiche”.

Pubblicità

musel-di-sestri-levante-278558_660x368

Il Progetto STar_2016 (Segesta Tigulliorum augmented reality 2016), inserito nel potenziamento dell’Offerta Formativa scolastica, è stato elaborato dal Direttore del MuSel, Fabrizio Benente con la collaborazione della prof.ssa Federica Brugnoli della Scuola Secondaria di Primo Grado “G. Descalzo”.

Il percorso di progettazione è stato sostenuto dalla Dirigente, Andreina Garibaldi, dell’Istituto Comprensivo di Sestri Levante e dal Sindaco, Valentina Ghio, e avrà come partner esterni Liguria Digitale e Liguria Heritage.

Dopo una selezione piuttosto dura, il progetto si è aggiudicato un finanziamento di 50.000 euro, che verranno utilizzati dall’Istituto Comprensivo a copertura di tutti i costi di realizzazione. Il MuSel sarà parte attiva nel
coordinamento scientifico e ospiterà una parte dell’attività didattica connessa, ma non avrà ricavi economici diretti dal finanziamento.

Il Museo archeologico e della città prosegue la sua attività in stretta collaborazione con le scuole di Sestri Levante (recente l’avvio di una collaborazione anche con l’Istituto Deambrosis Natta), facendosi promotore di attività scientifica, didattica e – in questo caso – contribuendo con le sue professionalità – al conseguimento di un riconoscimento prestigioso per la città. STar_2016 prevede la realizzazione di un itinerario di visita in “realtà aumentata” della città (nello specifico la realizzazione una “Via delle chiese, dei palazzi e del paesaggio urbano”).

I visitatori, e si guarda soprattutto ad una futura utenza in età scolare, potranno apprendere la storia della città e dei suoi monumenti principali, percorrendo le vie cittadine, secondo un itinerario di visita a tappe. La visita sarà possibile in maniera tradizionale (semplice uso della cartellonistica), ma sarà arricchita grazie all’utilizzo di un dispositivo personale (ipad, iphone, ecc.) e di una App gratuita, scaricabile e attivabile nei 16 pressi delle singole tappe di visita. Sulla base di analoghe esperienze già sviluppate al MuSel e in Liguria (ad esempio l’esperienza di Liguria Heritage), i visitatori potranno affrontare un itinerario di visita articolato in otto/dieci tappe.

Raggiunta la singola tappa dell’itinerario (un chiesa, un palazzo, un emergenza culturale, ecc.), segnalata da apposita cartellonistica, i visitatori potranno attivare sul loro dispositivo digitale personale (ipad, iphone o similare) un avatar parlante che diventerà guida e cicerone per la loro visita. L’avatar parlante si esprimerà in lingua italiana e inglese, ma la piattaforma digitale può essere implementata in futuro con altre lingue di utilizzo comune. Con la collaborazione di un mediatore scolastico esperto nella lingua dei segni, o tramite sottotitoli, l’App STar_2016 sarà fruibile per i non udenti.

http://www.genova24.it

Notizia