“Io non rischio” Edizione straordinaria a Pinerolo

0
724 Numero visite
PUBBLICITA

In coda a “Magnitudo 5.5”, l’esercitazione nazionale di protezione civile organizzata dal settore Protezione civile e Sistema antincendi boschivi della Regione Piemonte in collaborazione con il Dipartimento della Protezione civile –  svoltasi a Torino e nel Pinerolese tra il 14 e 16 giugno – sabato 18 giugno i volontari e le volontarie di protezione civile di Anpas (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze) incontrano la cittadinanza in un punto informativo “Io non rischio” in piazza Facta a Pinerolo per sensibilizzare sul rischio sismico.

PUBBLICITA
Arpa, dall’emergenza ai possibili danni ambientali
Arpa, dall’emergenza ai possibili danni ambientali

Insieme ai volontari Anpas della Croce Verde Pinerolo, Croce Verde Torino e Croce Verde Saluzzo saranno presenti anche volontari di altre organizzazioni coinvolte, già negli scorsi anni, nella campagna “Io non rischio”, funzionari del settore di Protezione civile della Regione Piemonte e dell’Ufficio tecnico del Comune e alcuni geologi che daranno informazioni approfondite sulla vulnerabilità del territorio.

La campagna di comunicazione, volta a diffondere la cultura della riduzione del rischio e le buone pratiche di protezione civile, diventa così un modo per portare in piazza e rendere partecipe la comunità di un approccio integrato volto alla riduzione del rischio in caso di terremoto.

Marco Lumello, responsabile regionale Protezione civile Anpas: «La scelta di allestire questa edizione straordinaria di “Io non rischio” a Pinerolo non è casuale. La campagna di comunicazione avviene subito dopo Magnitudo 5.5, la grande esercitazione di protezione civile appena conclusa che è stata organizzata in questo territorio proprio in base allo storico degli eventi calamitosi avvenuti nel Pinerolese, zona a maggior rischio sismico del Piemonte. Anpas da sempre è attenta alla prevenzione, “Io non rischio” ci dà la possibilità di fornire alla popolazione informazioni utili sui comportamenti corretti da tenere in caso di terremoto e sul livello di pericolosità della zona in cui si vive, questo tipo di sensibilizzazione può aiutare a ridurre il rischio sismico».

“Io non rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica.

Sul sito ufficiale della campagna www.iononrischio.it è possibile consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare per proteggersi dai rischi naturali.

Grugliasco (To), 17 giugno 2016

Luciana SALATO Ufficio Stampa Anpas – Comitato Regionale Piemonte
email: ufficiostampa@anpas.piemonte.it Sito web: www.anpas.piemonte.it

 

PUBBLICITA
Notizia